SARONNO – Non sono mancati gli attimi di tensione sabato pomeriggio in piazza De Gasperi dove una saronnese di 40 anni ha inveito contro un gente di polizia locale colpevole, a suo dire, di non aver applicato l’ordinanza antialcolici in vigore in città.

Tutto è iniziato intorno alle 17 quando, di servizio in centro, un agente di polizia locale ha notato due romeni, trentenni, con un sacchetto pieno di birre. Il vigili è andato dagli stranieri e li ha informati dell’ordinanza antialcolici in vigore in città. Gli stranieri si sono mostrati molto stupiti del divieto saronnese ma visto che non avevano ancora iniziato a bere hanno preferito scegliere una diversa location.

Mentre i due stranieri si stavano allontanando una 40enne è andata dal vigile ed ha iniziato ad inveire contro di lui. La donna era infuriatissima con l’agente perchè questi non aveva multato gli stranieri mentre pochi giorni prima aveva sanzionato, con una multa da 100 euro, il figlio mentre beveva una birra con alcuni amici. Il vigile ha cercato di spiegare che gli stranieri non stavano bevendo ma la donna ha continuato ad inveire e si è anche rifiutata di fornire i propri documenti. Così il vigile l’ha invitata a seguirlo in comando. La sua posizione è ora al vaglio della polizia locale, sarà denunciata per il rifiuto ad esibire i documenti e per offesa a pubblico ufficiale.

Non è la prima volta che un saronnese finisce per essere denunciato per l’ordinanza antialcolici: una settimana fa due trentenne che stavano mangiando una pizza e bevendo una birra in piazza Libertà sono stati notati dalla polizia locale. Uno dei due il maschio si è rifiutato di fornire i suoi documenti e così è stato denunciato per questo reato mentre la ragazza in sua compagnia ha dato delle false generalità e di questo reato dovrà rispondere davanti all’autorità giudiziaria.

15 Commenti

  1. Non voglio sembrare razzista, ma a parte la signora, chiedere i documenti anche ai due romeni no?? Non so, magari non avevano neanche il permesso di soggiorno…

  2. il caldo fa male assai, come certe compagnie 🙂 .

    La signora (ammesso che tale possa essere definita una che inveisce contro i vigili) non è stata denunciata per l’ordinanza anti-alcolici ma per essersi rifiutata di dare le proprie generalità e per offesa a pubblico ufficiale (come il figlio etc..etc..). Si vede che è il DNA 🙂

  3. Se non avevano ancora iniziato a bere, l’agente ha seguito il regolamento. Comunque si è raggiunta una situazione assurda. Basterebbe far applicare le vecchie regole sempre in vigore che riguardano decoro e ordine pubblico.

  4. Si però la gente si deve dare una calmata;
    E’ vero che è pieno di extra che bivaccano impuniti ma in questo caso se NON stavano bevendo non puoi sclerare sul vigile perchè tuo figlio l’hanno multato.
    Tuo figlio beveva in piazza, l’extracomunitario no. Se io vado al Billa e compro la birra da portare a casa mi multi?

  5. e infatti Porro ha seguito la fallimentare ordinanza del suo predecessore, bastava ricordarsi cosa era successo. Nel frattempo i sindaci in pectore prima devono sottoporsi al giudizio delle urne, inutile farsi vedere un giorno sì e un giorno sì su IlSaronno (senza offesa, ma non credo che sposti nulla sui voti). Poi un sano attivismo fa bene alla salute, la sua.

  6. Giusto, non ci avevo pensato.. 🙂
    Comunque mi trovo d’accordo con Lorenzo: “Basterebbe far applicare le vecchie regole sempre in vigore che riguardano decoro e ordine pubblico”.

  7. ok..inveire contro un agente, non si fa….ma quando è l’agente ad essere diciamo “poco cortese ed educato” come è capitato a me per essermi permessa di chiedere informazioni sulla domenica a piedi?
    dovevo denunciarlo io invece di starmene zitta e portarmi a casa quell’atteggiamento da superuomo??

  8. Ma da quando i vigili informano delle ordinanze…… Ma non fatemi ridere ….. È più facile colpire i saronnesi che i rumeni(risicherebbero brutte sorprese)

  9. Premetto che non ho letto nel dettaglio l’ordinanza ma una domanda mi sorge spontanea; tralasciando i pareri se sia giusta o meno l’ordinanza, mi chiedo, ora che è estate e nel nostro centro cittadino ci sono diversi locali con tavolini su suolo pubblico, esempio sotto i portici di Corso Italia, in Piazza Volontari del sangue etc…chi beve la sua bevanda alcolica es. una birra seduto ai tavoli di questi locali è punibile di sanzione? E se anzichè essere seduto si trova nei pressi dell’ingresso del locale?

  10. Ma non sapevo che il non mostrare i documenti alla richiesta delle forze dell’ordine avesse base genetica. Non si finisce mai di imparare! Andando a senso,ora manca anche il padre. Ammesso che tutto non sia ereditato solo per via materna.

Comments are closed.