giampietro novaraSARONNO – “La più grande tristezza? Aver visto il calcio saronnese finito a persone senza competenza o con la passione ma senza possibilità economiche”: a parlare è una delle ex bandiere del Saronno Fbc, quel Giampietro Novara che con i suoi gol aveva negli anni scorsi contribuito a portare in alto i colori biancocelesti.

Oggi Novara è un imprenditore di successo (tra l’altro, gestisce il centro sportivo con piscine nella vicina Origgio, l’Easy village, e l’annessa discoteca Dolce beach), e dopo essere stato anche allenatore e dirigente sportivo dice di guardare al calcio solo da appassionato. Saronno gli è rimasta nel cuore:”Un augurio di cuore a chi si sta impegnando per fare risorgere il Saronno, che vorrei rivedere al più presto almeno in Eccellenza. La piazza se lo merita proprio, ci vogliono persone in grado di garantire una categoria minima, proprio perchè Saronno non è un è posto qualunque ma è una piazza che si merita solo chi ha le ambizioni, e le possibilità adeguate alla città”.

280613

8 Commenti

  1. Ho conosciuto Giampietro Novara quando, all’inizio degli anni Novanta trascinava coi suoi gol il Saronno di Antonio Sala sempre più in alto, verso i campionati professionistici. Facevo, allora, il radiocronista, insieme all’amico Gianni Stirati, per Radiorizzonti di tutte le partite casalinghe dei biancocelesti. Giampietro, che saluto, ha ragione di temere che il Saronno finisca nelle mani di chi potrebbe solo “usarlo” per altri scopi, come troppi hanno già fatto con questa squadra. Per questo sono preoccupato del fatto che se ne stiano occupando personaggi che stanno chiaramente cercando di costruire la loro affermazione politica sul territorio, con toni francamente populisti e demagogici, capaci di far breccia sulla tifoseria “ultras” notoriamente (purtroppo) collocata all’estrema destra, proprio come Silighini & C. Meditiamo, gente, meditiamo…

    • Non mi curo dell appartenenza politica di silighini e mi ritengo quasi ai suoi antipodi.
      Tuttavia è corretto valutare le ambizioni anche e soprattutto in termini di disponibilità economica. Non dirmi da dove vieni ma dove vuoi andare. Fare breccia nei cuori, neri, degli ultras? Non possiamo certo affermare che il tifoso del saronno è fascista, non ci hanno fatti con lo stampino.che visione parziale della realtà. Silighini vuole comprare il saronno x vincere le elezioni? Bene, ma saprà anche che un passo falso lo brucerà politicamente a vita.

    • caro Uagliano’….se si fa un giro in facebook sui vari gruppi sull’Fbc noterà che gli ultras sono proprio gli unici che in questo momento stanno “alla finestra” per capire bene cosa succede….sebbene siano dei brutti cattivoni e ignoranti fascisti le sembrerà strano ma hanno una testa pensante…

      per quanto riguarda il germe del fascismo mi spiace per lei ma ormai ultras o non ultras serpeggia inarrestabile in città per l’ossessione dei personaggi come lei 🙂

  2. Ma dai, il pericolo fascista è paragonabile al pericolo alieni.
    A Saronno non esiste.
    E se in tutto il mondo i fascisti fossero e contassero come a Saronno sarebbe senza dubbio un mondo migliore.

  3. appunto….il mio intervento era decisamente ironico per prendere in giro quelle persone ossessionate dall’uomo nero…. 🙂

  4. unica risposta ad Ale Galli, le altre osservazioni semplicemente non le condivido, sia quella dei “Fronte ribelle” (ovviamente), ma anche quella – pur più attenta e moderata – di Lorenza. Per Ale: non ti sapevo “ultras” del Saronno! Né ho mai detto che il tifoso del Saronno è fascista (quando facevo le radiocronache lo ero anch’io), mentre l’ultras sì: purtroppo qui non abbiamo belle curve di ultras come a Livorno, o a Terni…

    • la cosa più triste, a parte la maggior parte dei commenti che lei lascia su questo sito, è la classica provocazione di invidia.
      invidia che la la tifoseria saronnese non sia guidata da suoi “amchetti”( infiltrati alcune volte e mai allontanati).
      scrivere che le curve belle sono livorno e terni per cercare la provocazione la rende solo ridicolo!
      non esistono curve e tifoserie belle,ognuno a modo suo è unico! sia che la pensi in modo o nell’altro.
      se non le sta bene la curva del Saronno: o non ci vada o altrimenti vada a parlarne con loro!
      non si abbassi a “denigrare” chi per anni e anni ha seguito una squadra scrivendo sulla pagina di un quotidiano locale!
      saluti!

  5. Buon giorno Francesco. Non mi pare di invidiare, né, soprattutto, di denigrare nessuno, faccio politica e quindi commenti politici. Lei fa parte degli Ultras del Saronno? Se, come Ale Galli, è un semplice tifoso, ma non fa parte degli Ultras, ritengo di non essermi mai riferito a lei. Non casualmente mi ha già risposto, per quelle osservazioni sugli Ultras, il Fronte Ribelle. Le auguro buona giornata.

Comments are closed.