SARONNO – Al termine di una mattinata di incontri e confronti tra il Comitato e il Comune e’ arrivato l’accordo.

L’Amministrazione comunale metterà a disposizione lo stadio, in condivisione con Robur e Osa, e la nuova società userà un nome proprio Fbcs con l’impegno del Comune a non cedere quello storico.

Dopo l’accordo con il Comune continua la corsa per Comitato per recuperare il titolo.”Siamo arrivati all’ultimo minuto ma e’ tutto pronto, Saronno riavrà la sua squadra”.

Seguono aggiornamenti.

01072013

19 Commenti

  1. Sono contento che alla fine sia prevalso il buonsenso di tutte le parti in causa. Saronno deve la sua fama mondiale ai suoi amaretti, ma in Italia, e non solo (vedi Sheffield) è conosciuto (e rispettato) anche grazie a quei colori che hanno fatto la storia del calcio nostrano (tra le 60 società più antiche in Italia) e hanno dato Natale a giocatori come Rocchi, Asta, Beretta, Taldo ecc.
    Il calcio è uno sport, non è solo economia e soldi. E’ motivo di aggregazione e patriottismo, la città ne gioverà. BENTORNATO FBC(S)!!!

  2. la Robur è una realtà calcistica cittadina che coinvolge più di 300 ragazzi,
    l’Osa è una realta cittadina che coinvolge più di 300 ragazzi ed ha atleti d’interesse nazionale
    il fbcs è una realtà composta da 3 persone, che in una settimana hanno ottenuto di utilizzare lo stadio alla pari con le altre due

    SBAGLIERO’, MA MI SEMBRA CHE CI SIA QUALCOSA DI STONATO … mah!

    • Mi permetto di aggiungere la Robur Basket. Società che da anni fa un lavoro STRAORDINARIO a livello giovanile e che porta basket di ottimo livello a Saronno. Merita tutto l’appoggio della città e dell’amministrazione.

      • Ovviamente la Robur Basket non condivide lo stadio con osa e Robur, volevo solo ricordare una grande realtà cittadina, ahimè spesso dimenticata.

  3. Caro Don Vito , la Robur è una realtà calcistica cittadina che coinvolge molti ragazzi ( non so se trecento) e svolge attività meritoria come AMOR e MATTEOTTI a livello giovanile. Come vediamo però non ha potenzialità per offrire ai migliori ragazzi del vivaio di poter aspirare a giocare in categorie più prestigiose. Così le famiglie saronesi di chi ha figli portati per il pallone, sono costretti ad andarsene via a Caronno, Busto, Legnano, Lazzate, Mozzate , Uboldo, Solaro che invece hanno squadre di ben altra categoria rispetto alla Robur. Però la Robur non scordiamoci che ha in gestione anche il centro sportivo prealpi, in parte quello del Matteotti, e il centro sportivo storico della Robur che è di proprietà della parrocchia San Pietro e Paolo, e ora lo stadio che usa solo per juniores e seconda categoria. ( per intenderci la seconda categoria potrebbe essere giocata anche in Via Colombo sul campo parrocchiale dove la Robur ha la sede. Ricordiamo che la nuova squadra sarà costretta a non avere settore giovanile ( almeno fino a quando non si libereranno o si faranno altri campi a Saronno) che è quello più remunerativo per le società, non si facciano falsi moralismi le scuole calcio e le giovanili sono una manna per le società che chiedono alle famiglie circa 250/300 euro all’anno per far giocare i ragazzi. Non prendiamoci in giro quindi. Questione OSA. E’ Vero, l’atletica è una delle eccellenze soprattutto negli ultimi anni per quanto riguarda lo sport cittadino, anche quì sul numero di trecento non ci metterei la firma, però è altresi vero che lo stadio ha una pista e a fianco c’è un palazzetto per l’indoor. In questo caso la questione è solo di gestione della struttura. L’Osa non può certo contribuire a livello economico per sistemare lo stadio, essendo una disciplina individuale , è l’atleta stesso che beneficia ove vi siano dei premi , per le società penso vi sia solo una piccola parte. Quindi con l’altletica il discorso è solo di collaborazione. Arriviamo alla vicenda Stadio. La struttura è praticamente in stato di abbandono da 15 anni, solo qualche opera di maquillage è stata fatta, e a dire il vero se ci fate un giro, il primo pensiero che passa nella testa è quello di abbattere tutto. Quindici anni dove nessuno ha fatto niente, chi per negligenza e chi per impossibilità economiche vedi anche la Robur stessa che fa quel che può, ma comunque è sempre poco. L’entrata di un terzo attore potrebbe invece far cambiare tendenza. Se c’è una squadra che punta in alto vuol dire anche che parallelamente vorrà far diventare la sua casa sempre più bella. Su questo bisognerà pensare a come agire in futuro. Una volta vista la bontà del progetto e i primi risultati a livello sportivo, non deve essere negata la fiducia anzi bisognerà fare in modo che anche lo stadio, magari a fronte di una convenzione decennale o ventennale possa essere ripensato e diventare una risorsa per chi ci mette dentro i soldi senza dover rimanere un costo per la città come lo è oggi.

  4. Fiero del nuovo Fbc o meglio fbcS…Bentornata cara buona vecchia squadra degli Amaretti!

  5. oh benissimo, stiamo dicendo che la nuova società si compera lo stadio??? fino ad oggi non credo che nessuna gestione abbia messo un euro (e neppure una lira) nella manutenzione dello stadio, sempre a carico del contribuente. Adesso bisognerà trovare un prezzo equo 🙂 (e qui vediamo quanti si danno a gambe levate).
    ps.: tanto di cappello all’entusiasmo di don Vito, se è chi penso io, La Robur fa quello che può fare (anzi molto di più delle sue risorse) e altri progetti faraonici proprio in casa Robur sono falliti in tempi recenti

  6. Grazie Luciano Silighini Garagnani !!! Grazie di tutto quello che hai fatto e che fai per Saronno

  7. Silighini è indubbiamente il Berlusconi di Saronno…TV, calcio, belle donne….ed otterrà successo elettorale.

  8. carissimo Don Lurio apprezzo la difesa del progetto, il problema è che a parte le belle intenzioni io non ho ancora capito qual’è questo progetto, OK giocare e risalire la china, OK far rinascere una gloriosa società, OK far si che i saronnesi la domenica invece di far shopping corrano (almeno in 200) allo stadio, ma poi ? visto che si gioca per stare oltre la I categoria; se la prima squadra perde e retrocede? se non si riesce a trovare almeno 18 bravi giocatori ?
    se non avrà il settore giovanile?, a chi torna utile la rinascita del saronno fbc? Forse dovrei essere ottimista, ma non riesco e poi dieci giorni per fare quello che non si è fatto in tre anni, mi pare poco credibile.
    Per quanto riguarda quello che affermi, qualche consiglio:
    2013-15 fa 1998, cioè Saronno in serie C, quindi inesatto affermare che lo stadio sia in stato d’abbandono da 15 anni,
    la Robur ribadisce 350 ragazzi, non so se sono di meno, ma non mi sembra, lo stesso dicasi per l’Osa, basta andare sul loro sito,
    sul fatto dei soldi, nessun moralismo, giusto!,da qui deduco che il Saronno fbc s. farebbe in modo diverso ? non credo.

    Un ultima cosa, non mi convince questa convenzione decennale o ventennale che esce neanche tanto velatamente, con questa ipotesi di “casa sempre più bella” e “risorsa per chi ci mette dentro i soldi”.
    forse il trucco è tutto qui ?

  9. Unico mio commento per salvaguardare i soldi spesi per le giovanili. Non è proprio vero che il settore ci fa guadagnare la manna dal cielo con le iscrizioni…. quest’anno, come tutti gli anni per le famiglie bisognose, per i ragazzi da recuperare , per le famiglie che si sono ritrovate senza lavoro, abbiamo versato quasi 11.000 Euro per le iscrizioni, vestiario e altro. Chiaramente tutto documentato e consegnato a chi di dovere per dimostrare sempre la nostra partecipazione sociale. Il Comune di Saronno è al corrente di quello che scrivo. Il numero dei ragazzi iscritti è stato consegnato come ogni anno all’ufficio Sport del Comune di Saronno.
    Ho incontrato personalmente il Signor Silighini con il suo comitato ed è stato deciso di comune accordo la mia permanenza allo Stadio, per quanto riguarda la nostra situazione economica vorrei un attimo di riflessione e di rispetto verso tutte quelle persone che da un anno hanno speso una cifra non indifferente per lo Stadio Comunale portando una convivenza con l’associazione sportiva OSA ottima e aggregativa. Per quanto riguarda i grandi lavori per poter giocare con una categoria superiore ( intendo serie D ) è vero che bisognerà riportare lo stadio all’agibilità che purtroppo non c’è più ( Lo stadio ha la limitazione degli ingressi per motivi di sicurezza ). L’aver trovato persone con la giusta liquidità finanziaria per poter risolvere questa empasse tecnica sportiva è solo una grande mossa per tutti coloro che amano i colori Biancocelesti. Un elogio al Signor Silighini. Per concludere il comitato del Signor Silighini , dopo l’ultimo incontro mi ha sottoposto delle iniziative per le mie giovanili sicuramente da valutare per il futuro. Una preghiera è quella di non denigrare ciò che da innumerevoli anni è stato fatto per l’aggregazione giovanile saronnese fatta da brave persone impegnate tutto l’anno. Grazie di cuore a tutti e…….FBCS FORZA SARONNO !!!

  10. Forza FBCS Saronno ci mancava il calcio in questa città visto che le prime squadre delle altre società saronnesi non sono degne del prestigio di Saronno!!!!

  11. VERGOGNA…ASSOLUTA VERGOGNA. ..DENIGRARE IL LAVORO E I RAGAZZI DI SARONNO. UNO SCHIFO INFINITO VERSO I GIOVANI SARONNESI CHE LEGGENDO QUESTE DICHIARAZIONI DIAMO IL MEGLIO DI NOI STESSI COME ADULTI. UCCIDERE IL PROGRESSO SOCIALE E’ UN DELITTO VERSO LA COSTRUZIONE CARATTERIALE VERSO I FUTURI UOMINI!

Comments are closed.