luciano porro sindaco (6)SARONNO – “L’ho detto spesso anche in passato e prima che succedesse la sparatoria di Cardano al Campo: la gente è sempre più arrabbiata e noi in Municipio siamo senza filtro. Finora sono arrivate solo persone che hanno picchiato i pugni sul tavolo ma forse è il caso di prendere qualche precauzione in più”.

Così a poche ore dalla sparatoria avvenuta stamattina al Municipio di Cardano, dove è rimasto ferito il sindaco Laura Prati, al vicesindaco Domenico Iametti, il primo cittadino di Saronno Luciano  Porro ha annunciato l’intenzione di organizzare un incontro urgente con i dirigenti comunali. Tra i provvedimenti al vaglio quello di emanare una direttiva interna su come affrontare le situazioni critiche e stendere un protocollo da seguire soprattutto nel caso in cui ci siano persone che danno in escandesca in Municipio.

“Sono casi che si verificano spesso, dal sindaco ma anche ai Servizi sociali – conclude Porro – e credo sia doveroso tutelare l’incolumità di chi lavora, come dipendente e amministratore, per la collettività”. Il sindaco aveva già espresso poco dopo la diffusione della notizia la propria solidarietà ai feriti.

02072013

02072013

12 Commenti

  1. Paura eh?
    E fino a prova contraria quello di Cardano non è uno squilibrato, ma un vigile urbano (fanno frequenti test psicologici spero!).

    Certo che a quanto si evince la sicurezza deve essere tutelata solo per il palazzo di cristallo con dirigenti e dipendenti comunali?
    La gente per strada ha le stesse paure e timori, ma l’omino coi baffi ha sempre detto che non c’è problema di sicurezza a Saronno.
    Ora che la sicurezza riguarda loro stessi diventa una priorità.

    COERENZA.

  2. Invece di mettere i metal detector alle porte del comune, ascoltate i cittadini e sopratutto FATE qualcosa. Multate con COERENZA ai provvedimenti che emanate. Non c’è nulla di peggio che illudere le persone con la presenza delle istituzioni per poi MOLLARLE a loro stesse restando esterrefatti se queste poi si arrangiano con “mezzi propri”.

  3. se la gente è sempre più “arrabbiata”, preoccupata o disperata, la casa della comunità dovrebbe accogliere, comprendere ed aiutare, caro Sindaco occorre aprirsi, ascoltare e capire la città, non barricarsi con paura nel fortino.

  4. oddai Luciano… ma paura di chi, di cosa? Ma se Saronno hai sempre detto che è un’isola felice, dove c’è prosperità, sensibilità, accoglienza, integrazione …ecc…. adesso all’improvviso cambi idea? mmmmmm! ….e come mai? …forse adesso devo preoccuparmi anch’io come cittadino? …Sindaco, non sei affatto rassicurante con questo tuo breefing (…del martedì!)… e quindi, adesso che si fa? Ho pensato che sei preoccupato tu che abiti nella casa “del popolo”, adesso ho ragione di esserlo anch’io che abito a casa mia. Ma io te lo dicevo di non sentirmi così sicuro, come invece volevi farmi credere tu e il Giuseppe.
    …e poi, non me lo avevi ancora detto che questi casi di escandescenza sono all’ordine del giorno, …gente che batte i pugni sulla tua scrivania, …e ancor peggio ai servizi sociali dove da sempre sono destinate buona parte delle uscite del bilancio comunale.
    Certo che…. dai, Luciano, la sicurezza non l’hai mai vista come un problema, questo ammettilo, roba da leghisti …chiamiamola allora prevenzione, così ti veste a pennello e si sposa con il tuo vocabolario. Però, solo al ricordo dei sacchi di spazzatura che sono arrivati fino nel tuo ufficio, certo non hanno dato l’immagine né di sicurezza come la chiamo io né di prevenzione come la chiami tu e il Giuseppe.
    Tieni i cittadini informati sull’emanazione delle circolari interne, così poi ciascuno di loro le adotterà quando è per strada o a casa propria…. però dai, mi hai anche fatto sorridere al pensiero che addirittura ti serva un “protocollo” per affrontare simili situazioni …in fondo non sei tu che devi garantire l’ordine pubblico e la sicurezza… oooppps, scusa ..la prevenzione! …e il “protocollo” perchè ancora non lo hai fatto? …chissà allora quando mai lo farai per assicurare la sicurezza a tutti i cittadini …. ah già, vero, questo è un problema sorto solo oggi: prima non lo consideravi…… e nemmeno stavi a sentire i cittadini che lo percepivano!

  5. …ma come…adesso hanno paura???…..ma non sarà per caso perché il segretario comunale che ha proposto e voluto i vari provvedimenti nei confronti dei vigili di cardano al campo all’epoca dei fatti era un certo Bottari M.???…ops…lo stesso segretario comunale di Saronno della attuale amministrazione Porro?????
    …….aaaaaaaaaaaaaaaaaaiutoooo!?!?!

  6. Quando piú volte ero andato in Comune per le condizioni di p.le Saragat un Assessore mi disse “Tutto tranquillo” anche a mezzo fotografia sulla stampa locale (ho recentemente celebrato i due anni della foto).
    Che devo dire se non “Tutto tranquillo”?

  7. Non ci sono soldi, non si vorranno spendere per la sicurezza dei dipendenti e amministratori? Tanto un matto lì aspetta fouri dal comune, vorranno forse la scorta?

Comments are closed.