SARONNO – “Saronno, paradiso fiscale” è lo slogan scelto, e scritto a caratteri cubitali su uno striscione, dagli attivisti di Attac! Saronno per l’azione di sensibilizzazione organizzata questa sera in consiglio comunale prima della seduta aperta dedicata al bilancio di previsione.

All’origine dell’azione di protesta la richiesta al Comune, rimasta inevasa da mesi, su quanti siano gli immobili regolamente censiti e registrati a ruolo in città : “Un dato importante per il Pgt ma anche per il calcolo dell’Imu basti pensare – ha dichiarato durante la seduta aperta al pubblico Marco Schiaffino riprendendo i contributi del volantino distribuito ad assessori e consiglieri – secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, Saronno dovrebbe incassare 800 mila euro in più di Imu rispetto a quanto previsto dal Comune”. Visto che questi fondi potrebbe essere utilizzati “per evitare nuove tassazioni o riduzione draconiane delle spese” la richiesta dell’associazione è che prima dell’approvazione del bilancio di previsione “si verifichi la correttezza dei ruoli e che si abbia finalmente il quadro certo e reale degli immobili esistenti nella nostra città che ormai è un vero “paradiso fiscale” dei costruttori”.

La risposta dell’Amministrazione è stata duplice: l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Campilongo ha ribadito che il dato non era necessario per la stesura Pgt e la risposta del collega con delega al Bilancio è stata più dura:”Il gettito Imu è stato determinato sulla base consultivo 2012, ed è inoppugnabile. Si attesterà tra gli 11,5 e i 11,2 milioni a seconda dell’aliquota scelta. Questi sono i dati certi i vostri 800 mila euro sono pura fantasia”.

Sulla mancata disponibilità dei dati quantitativi sugli immobili esistenti in città ha replicato il sindaco Luciano Porro:”E’ un’informazione che non abbiamo, non è nelle disponibilità dell’Amministrazione. Abbiamo avviato l’iter per ottenerlo, il censimento è in corso con un nuovo software, ma al momento non non è ancora concluso”.

6 Commenti

  1. ?????? …mi risulta che i paradisi fiscali siano ben altri, qui a Saronno si pagano troppe tasse!!!

  2. Il Saronnese, il paradiso fiscale per alcuni, evidentemente lei non è un costuttore..

    • …ovviamente, non sono costruttore, …semplicissimo cittadino che a SARONNO, …PAGA TROPPE TASSE! …per i servizi che ricevo: …praticamente NESSUNO!!!!!!

  3. Paradiso fiscale? Volete la fotocopia di tutte le imposte che ho pagato l’anno scorso e gli anni precedenti?

  4. L’intervento di Attac! era assolutamente ragionevole, indipendentemente dallo slogan adottato. Sono trascorsi tre anni dall’avvento di questa amministrazione e ancora non si ha un censimento delle unità immobiliari. Potrebbe essere pur vero che esistono anche responsabilità legate alla precedente amministrazione, ma è anche vero che nel passato la conoscenza dello stato immobiliare non era tanto indispensabile ai fini nella determinazione delle poste di bilancio.
    Attac! ha semplicemente affermato l’impossibilità di determinare correttamente le imposte sulla casa se prima non si ha conoscenza di quante siano effettivamente le case d a tassare .
    È’ bene ricordare che nel corso dei primi mesi di quest’anno l’assessore alla partita ha affermato di aver ricavato dalla IMU dello scorso anno un maggiore importo imprevisto di Euro 400.000 circa che ha destinato alla estinzione di mutui esistenti.
    Sappiamo che esiste il grande fenomeno della evasione ben denunciato da Attac! e siamo anche ben consapevoli che questa evasione e’ legata ai “furbetti di quartiere” e non tanto ai famigerati costruttori che invece, al di la delle verifiche comunali, hanno l’esigenza di rendere palesemente evidenti i loro bilanci fiscali ( in questo credo che Attac sbagli, almeno parzialmente, la mira)?
    E siamo ben consapevoli anche che l’evasione di alcuni porta a maggiorare le imposte ad altri, e questo non è assolutamente giusto.
    Bene hanno fattoGuaglianone e Schiaffino a evidenziare un carenza inaccettabile di conoscenza di dati.
    Siamo assolutamente sulla loro linea.
    E probabilmente la condivisione delle problematiche ai fini del bene della città potrebbe andare ben oltre solo se ci fosse più dialogo.
    Comunque bravi e tempestivi.

  5. Pazzesco che Enzo Volontè faccia la morale sull’evasione fiscale!!! il mondo alla rovescia, adesso scopriamo l’insana alleanza con Attac

Comments are closed.