16062013 botellon antiordinanza piazza libertà aperitivo in centro (1)SARONNO – Sono state compilate e spedite nelle ultime ore le sanzioni notificate dalla polizia locale a nove partecipanti al primo botellon in piazza quello di domenica 16 giugno.

In quell’occasione, in piazza Libertà sotto i pennoni si erano ritrovati una trentina di giovani per protestare contro l’ordinanza antialcolici voluta dal sindaco Luciano Porro e dalla sua maggioranza per combattere il degrado cittadino.

A differenza di quanto avviene abitualmente, le precedenti 4 sanzioni emesse per il mancato rispetto dell’ordinanza sono state notificate al momento dell’infrazione, la polizia locale ha compilato i verbali in un secondo momento dopo aver visionato le immagini della videosorveglianza.

Complessivamente sono state “multate”, con verbali da 100 euro, 9 persone.

“Su eventi in piazza, sono state avvisate le autorità competenti e il Questore – ha spiegato il luciano porrosindaco Luciano Porro – che ha fatto anche due dispacci prima della seconda edizione (che si è tenuta venerdì scorso ndr). Ognuno si è mosso in base alle proprie competenze e seguendo la normativa”. Il primo cittadino ha condannato tutti i botellone: “Sono iniziative di cui non si sente la necessità perchè nessuno vieta ai saronnesi il diritto di ritrovarsi e passare del tempo insieme – conclude il sindaco – semplicemente vogliamo che non si bivacchi e beva nelle aree verdi e sulle panchine”.

03072013

13 Commenti

  1. Spero che lo stesso trattamento e stato fatto sabato mattina al matrimonio del “secolo” visto che tutti gli invitati brindavano in piazza!!!

      • AllI galli Tu non eri presente e Comi era con noi , ripeto NOI ( più di uno) ; pertanto confermo che non ha né bevuto né mangiato . Pertanto ancora una volta sciacquati la bocca 🙂

  2. quindi: evento più che pubblicizzato, manifestazione non autorizzata, ma nessun controllo. ora si controllano i filmati delle telecamere per un branco di ragazzi che manifestano contro un’ordinanza miope, manco fosse il problema centrale dell’universo.

    ma, domanda: le telecamere dicono anche se uno stava certamente bevendo alcolici? così, la butto lì… potrebbe essere una possibile difesa.
    per verificare chiamiamo C.S.I.? almeno i R.I.S. per controllare le impronte digitali o le tracce di bevande sui rifiuti… non è che frattanto qualcuno ha inquinato la scena del crimine?

    no, dico, mi vien da ridere. sarebbe bastato un controllo a tempo debito. la prima volta non si sapeva nulla, passi; la seconda volta… nessun controllo comunque; la terza volta?

  3. Così, per come stanno le cose, il lavoratore in pausa pranzo o semplicemente il privato cittadino, non potrà mangiare il suo panino e bere la propria “birretta” su una panchina o nei parchi pubblici, assieme agli amici, senza vedersi recapitare a casa una multa da 100€. L’unico modo per socializzare bevendo e mangiando qualcosa all’aperto sarà quello di chiamare un bar ed avere un autorizzazione di somministrazione, pagando come minimo tre volte tanto una bevanda. Mi chiedo per chi o per cosa sia stata creata questa ordinanza scellerata. Se il problema è il bivacco o il disturbo della quiete pubblica, le regole e le normative da codice penale sono altre e già esistenti! L’impressione è che siamo al limite della costituzionalità …sicuramente fuori da ogni logica di buon senso.

  4. Mi vien da pensare che quei ragazzi 900 euro per una multa non li abbiano, e quindi che fare signor sindaco?
    Ne sta facendo una dietro l’altra.
    Forse ha ragione il Lux Silighini

    • Ha ragione Comi: sono multe impugnabili , contestabili ; dal filmato non è accertabile il contenuto della bottiglia ( acqua , coca-cola ….o altro?) .Saranno multe …NULLE ;

  5. solita vigliaccheria….a pagare sono solo “le facce conosciute” tramite telecamere….benvenuti nel mondo dove anche la giustizia è comandata dal Grande Fratello

  6. IO HO PARTECIPATO AL MATRIMONIO DI VITTORIO VENNARI: NON C’ERA TRACCIA DI ALCOLICI… Ma cosa scrive sig. UGO?!?!?!?….. Se vogliamo scrivere e renderci visibili occorre essere assolutamente seri, sinceri, e trasparenti.. mi pare proprio che Lei non lo sia….

  7. …solo 9!!!..come si fa a far cassa così? …forse è costato di più guardare filmati ad inviare ed emettere sanzioni, che la resa (semmai qualcuno pagherà!): insomma siamo decisamente in negativo. …speriamo che il botellon 2.0 sia decisamente più “ricco” per le casse comunali…. eddai Luciano, così proprio non va!

Comments are closed.