SARONNO – “Consiglio comunale a favore delle famiglie, siamo riusciti a far abbassare l’Imu!”: inizia così un comunicato stampa della Lega Nord saronnese.

Angelo veronesi

“Siamo soddisfatti del risultato raggiunto col voto e non col pettegolezzo che fa notizia – commenta il capogruppo leghista Angelo Veronesi – anche se si sarebbe potuto fare molto di più se fossimo stati noi in maggioranza. Abbiamo ottenuto una sostanziale modifica al regolamento Imu riducendo l’aliquota dal 10 al 7.6 per mille per tutti gli immobili concessi in comodato o uso gratuito a parenti in linea diretta fino al primo grado, ovvero per figli e genitori. Questa scelta è da considerare come una misura anti-crisi per tutte quelle famiglie che si aiutano reciprocamente ospitando ed essendo ospitate in case di proprietà dei propri parenti”.

La proposta della Lega a favore delle famiglie era stata scritta dal consigliere comunale Raffaele Fagioli, che aveva raccolto le sollecitazioni dei cittadini saronnesi. In consiglio comunale è stato poi il capogruppo Angelo Veronesi a trattare con gli altri gruppi consiliari che si sono dimostrati disponibili ad accogliere in buona parte le nostre giuste ed eque richieste. Queste case erano considerate come prime sia a fini Ici, sia a fini Tarsu:”Non abbiamo ottenuto tutto ciò che avevamo chiesto, ma siamo riusciti a far cambiare in parte
rotta a questa Amministrazione. E’ stata una bella vittoria per la Lega Nord che vogliamo dedicare a tutte le famiglie saronnesi. Dobbiamo ringraziare tutti i consiglieri comunali che sono stati coinvolti nella trattativa ed in particolare Enzo Volontè del Pdl, Bendini di Ui, Nicola Gilardoni del Pd e l’assessore Mario Santo del Pd che non ha chiuso le porte alla trattativa” rileva il capogruppo del Carroccio.

Prosegue Veronesi:”Bisogna fare ancora di più e abbassare l’aliquota base per le imprese, per i commercianti e per gli artigiani, in modo che tutte queste categorie possano usare i
soldi risparmiati per creare posti di lavoro e fare ripartire l’economia locale, ma il Governo Letta dello Stato centralista ci impedisce una qualunque autonomia di investimento. Il Governo sbaglia perchè vuole tartassare sempre di più i cittadini. Le tasse che non
incassasse subito lo Stato si trasformerebbero in nuovi posti di lavoro o nell’ampliamento del giro d’affari dell’azienda. È sbagliato tartassare i cittadini per far quadrare il bilancio.

070813

1 commento

  1. ..bene! approvo! un po’ pochino però … e adesso che avete intenzione di FARE?

Comments are closed.