cimitero saronno tombeSARONNO – Dopo i ladri di fiori e di rame ora al cimitero di via Milano ci sono anche persone che prendono di mira i ricordi. Da tempo infatti i saronnesi devono lottare contro chi si impossessa dei piccoli oggetti lasciati sulle tombe dei defunti. Si tratta spesso di pelouche o statuine di scarso valore economico ma dall’enorme valore sentimentale soprattutto per chi ha appena subito una perdita.

A lanciare l’allarme Dino Gallo tra gli ideatori del rinato Carnevale saronnese e dirigente del Matteotti calcio. “Mio padre è morto nel dicembre 2011 ma il suo ricordo è molto vivo nella nostra famiglia tanto che sulla sua tomba mia mamma lascia dei piccolo oggetti in ricordo del loro legame. Qualche tempo fa per la terza volta sono stati tutti rubati”.

Un furto ha lasciato senza parole la famiglia ma anche l’intero quartiere Matteotti dove Aldo Gallo era molto conosciuto e amato. “Negli ultimi mesi sono scomparsi anche pelouche e statuine da altre tombe –continua Dino Gallo – e così mi sono sentito in dovere di dare voce al dolore silenzioso di chi si vede depredati i propri ricordi rappresentati da oggi dal valore davvero esiguo”. In passato erano state depredate delle tombe dal rame letteralmente strappato dalla copertura.