wpid-DVR-_0.fts-01-25-30.enh_.jpgSARONNO – Complice l’intenso battage mediatico e sui social network sono già arrivate un centinaio di segnalazioni al numero verde aperto dalla Procura di Busto Arsizio dopo la diffusione dei fotogrammi della videosorveglianza che mostrano il volto dell’assassino di Maria Angela Granomelli la 62enne saronnese uccisa nel suo negozio in corso Italia.

Le immagini, rese più chiare e nitide dagli esperti del Ris di Parma, mostrano un uomo tra i 30 e i 35 anni, di carnagione chiara, stempiato che indossava pantaloncini e una tshirt. Quello che sembra un normale cliente è in realtà l’assassino che si è accanito prima con un astuccio rigido poi con pugni e calci contro la commerciante, uccidendola. Nei fotogrammi pubblicati dai quotidiani, cartacei e online, e mostrati dalle tv diverse persone hanno creduto di riconoscere un conoscente tanto da fare una segnalazione alla linea creata dalle forze dell’ordine. Non sono mancate le chiamate di saronnesi, al numero verde sono arrivate telefonate da tutta Italia, che sostevano di aver visto l’uomo camminare in periferia parlando da solo.

Ovviamente tutte le testimonianze sono al vaglio dei carabinieri che coordinati dal pm di Busto Arsizio Nadia Calcaterra dovranno valutarne l’attendibilità e l’utilità per le indagini.

11082013