lara comi5SARONNO Poche parole per esprimere il proprio cordoglio e il proprio saluto. Così l’europarlamentare Lara Comi sul proprio profilo Facebook ricorda Davide Radrizzani il saronnese di 25 anni scomparso la mattina di Ferragosto in un incidente stradale a Ponza. Ecco il suo messaggio che ricorda anche i familiari.

Davide “possa il vento soffiare lievemente alle tue spalle, Dio ti conservi sul palmo della sua mano”. Un forte forte abbraccio ai tuoi cari Ciao Davide

16082013

12 Commenti

  1. Lara per la nostra città’ e’ un momento davvero drammatico . So che siete amici di famiglia : ma come possibile morire così’ giovani come e’ possibile ma quello lassù’ non ci pensa ogni tanto ?

  2. Lara hai ragione che Dio tenga fra le sue mani questa giovane vita e abbia cura di quei poveri genitori

  3. La vita ci mette a dura prova senza un minimo di rispetto verso chi a procreato con amore un figlio. Non ci sono parole, e non credo ci sia una giustizia divina ! Sento e vedo tanto dolore e basta .

  4. Ecco…., quando muore un figlio. Sembra di camminare, credimi Lara , per un sentiero solitario e doloroso senza una mappa per orientarsi o un manuale su come fare. Ci si sente dei sopravvissuti. Si vive come in un mondo a parte, in uno stato di frantumazione e capita che vengano svalutati un po’ tutti i rapporti, anche quelli più stretti ed importanti. Ci si sente traditi, derubati, svuotati, come senza pelle e vulnerabili con la sensazione di essere precipitati in una voragine, nel buio assoluto di un pozzo, dove il contatto con la realtà esterna e interna annienta la capacità di pensiero e anche, in qualche momento, come narcotizzati. Divisi tra un “prima” che sembra illusione ed un “dopo” che la mente non riesce ad integrare

  5. L’agonia di perdere un figlio é incomparabile: è la morte dell’innocenza. Una parte del genitore muore quando il figlio muore, forse perché il futuro, con tutti i sogni e le speranze, va in frantumi.

  6. “La morte di un amico, come la caduta di un pino gigante, lascia vuoto un pezzo di cielo”

  7. il momento peggiore è andare a dormire, la notte è lunga e non porta solo consigli ma anche cattivi pensieri o ricordi che ti spaccano il cuore ancora in due.

Comments are closed.