SARONNO – Ora è ufficiale, la tv svizzera tornerà anche a Saronno e circondario. Dalla città degli amaretti (anche con una alleanza fra Lega Nord e Lega dei ticinesi), così come da tanti comuni del varesotto e del comasco, l’appello alla Tsi per fare tornare in zona il segnale. Oggi i canali svizzeri sono visibili “di trasforo”, grazie ad apposite antenne e solo a patto di avere la “visuale” verso nord completamente sgombra. Dal 2014 la situazione cambierà.

tv svizzera

In un comunicato, l’Amministrazione federale elvetica annuncia infatti la nascita di una versione “internazionale” della tv Svizzera; visibile non solo da queste parti ma addirittura in tutto il mondo. Il problema è sempre stato quello dei diritti sui programmi d’importazione, il nuovo canale offrirà unicamente produzione elvetiche, come film, telefilm anche, sperano gli appassionati, le dirette e le sintesi delle partite del campionato svizzero di hockey su ghiaccio; oltre a telegiornali e programmi di approfondimento.

“A partire dal 2014, la Ssr – viene comunicato dall’ente televisivo – disporrà di un nuovo sito internet, consultabile all’indirizzo www.tvsvizzera.it. Quest’offerta, destinata principalmente a un pubblico di italofoni all’estero interessati alla realtà svizzera, informerà su avvenimenti di attualità, in particolare sugli aspetti transfrontalieri dal punto di vista della Svizzera. L’offerta consisterà in rivisitazioni di contributi forniti dalla Rsi, da rsi.ch e da swissinfo.ch e sarà completata con delle produzioni originali concernenti argomenti d’interesse sotto il profilo delle relazioni esistenti tra Svizzera e Italia. I costi di utilizzo annuali ammonteranno a circa 1.5 milioni di franchi. La Confederazione sosterrà la metà dei costi”.

“L’anno passato, il Consiglio federale ha rinnovato per il periodo 2013-2016 il suo accordo di prestazioni con la SSR relativo alle attività mediatiche svolte da quest’ultima all’estero. In tale quadro, la SSR è tenuta a fornire delle informazioni sulla piattaforma Internet di Swissinfo e a collaborare con le emittenti televisive internazionali TV5 (in francese) e 3Sat (in tedesco). Vista l’assenza di un’offerta destinata agli italofoni residenti all’estero, il Consiglio federale aveva incaricato la SSR di vagliare la possibilità di diffondere le trasmissioni della Radiotelevisione svizzera (Rsi) anche in altri Paesi”, conclude il sito dell’Amministrazione federale.

Si tratta dunque di un canale internet, visibile su pc, smart phone ma anche sul grande schermo televisivo, tramite qualche piccolo accorgimento tecnico. Innanzitutto a chi disporrò di una smart tv, quelle che si collegano ad internet, oppure del nuovo Chrome cast di Google.

240813