RESCALDINA – A Saronno il sindaco Luciano Porro e la Giunta di centrosinistra aveva criticato la sua iniziativa, mentre stamane – mercoledì 4 settembre – a Rescaldina, Giunta di centrodestra, Mirko Rosa è stato convocato in Comune dal sindaco Paolo Magistrali per un pubblico elogio, una stretta di mano ed i complimenti per l’impegno profuso. Il tutto il relazione alla taglia, 50 mila euro, messa a disposizione da Rosa, tramite la catena dei suoi compro oro “Mirkoro”, per la cattura dell’assassino di Maria Angela Granomelli, la gioielliera rapinata ed uccisa a Saronno il 3 agosto.

Rosa aveva nei giorni scorsi lanciato l’idea della ricompensa, e riempito i suoi camion pubblicitari in transito nella zona con le gigantografie con il volto dell’allora introvabile killer, poi arrestato a Bollate il 28 agosto dai carabinieri.

Ora a Rosa, dopo le critiche degli amministratori saronnesi (“non siamo nel far west”) ha incassato gli elogi del sindaco della “sua” Rescaldina, dove abita.

Intanto una commissione tecnica appositamente costituita sta definendo a chi consegnare i 50 mila euro.

040913

2 Commenti

  1. Scelta deplorevole da parte del sig Rosa che, per soli fini pubblicitari, ha sfruttato il dramma; scelta inoltre offensiva nei confronti delle forze dell’ordine e della società civile. Complimenti al suddetto sindaco….
    Antonio Losa

  2. Io penso che non ci sia stato rispetto nei concronti della vittima e della famiglia da chi ha tentato di vietare ,visto che il sig. Rosa e amico della famiglia e che con il loro consenso e quella delle forze dell’ordine hanno fatto questa cosa.

Comments are closed.