lara comi (2)CARONNO PERTUSELLA -“La vicenda Ilva-Riva presenta aspetti drammatici per una lunga serie di motivi, primo tra tutti quello che riguarda il futuro di migliaia di lavoratori”.

Inizia così la presa di posizione dell’europarlamentare Lara Comi in merito allo stop della produzione alla Riva acciaio di Caronno Pertusella. “Ci sarà tempo per analizzare e riflettere sulle cause che hanno provocato tale tragico passaggio, sulle responsabilità e sui danni che derivano da atti ostili di certa magistratura, ora infatti la priorità è ricercare presto una soluzione per salvare le aziende, l’occupazione, la produzione. Certo è che quanto è successo rappresenta per l’industria italiana un altro durissimo colpo, che avrà inevitabili conseguenze e riflessi negativi pesantissimi anche a livello di immagine e affidabilità in Europa. Questo perché, incredibilmente, e per noi incomprensibilmente, c’è sempre chi rema contro il suo stesso paese, contro il bene dei suoi cittadini e delle sue imprese”.

13092013

5 Commenti

  1. bene Lara! …mi aspetto adesso la risposta del “gianfra'”, che come al solito tarda a venire. …ti aspetto qui vicino a 200 famiglie che da oggi non sapranno più come tirare la fine del mese

  2. Il provvedimento di sequestro preventivo penale del Gip di Taranto, , in base al quale vengono sottratti a Riva Acciaio i cespiti aziendali, tra cui gli stabilimenti produttivi, e vengono sequestrati i saldi attivi di conto corrente attua, di conseguenza, il blocco delle attività bancarie, impedendo il normale ciclo di pagamenti aziendali. Non esistano più le condizioni operative ed economiche per la prosecuzione della normale attività… quindi un pò di buonsenso

  3. Ringrazio per la sua presenza fra noi, attenta , silenziosa , umile e concreta . Grazie Grazie

Comments are closed.