CARONNO PERTUSELLA – Sono rimasti tutta notte davanti alla loro azienda per continuare a ribadire, con la loro presenza, la richiesta di riattivare la produzione il prima possibile per non perdere clienti e competitività: è diventato un presidio permanente quello iniziato ieri mattina alle 8 dai 170 lavoratori della Riva Acciaio di via Bergamo.

Dopo una giornata di passione con blocchi a singhiozzo della Varesina gli operai hanno deciso, nonostante l’arrivo da Roma della notizia dell’attivazione della cassa integrazione, di presidiare ad oltranza l’azienda chiusa in seguito ad un sequestro giudiziario.

In serata, ai due gazebi allestiti nel pomeriggio sono rimaste una ventina di persone che hanno trascorso lì la notte. La maratona notturna si è aperta con una cena con costine, salamelle, pancetta, pomodori e melanzane grigliate sul posto. E’ anche stato acceso un fuoco, alimentato a bancali, che ha “scaldato” gli gruppo per la notte.

IL cambio è arrivato alle 8: gli operai hanno deciso di tenere le squadre che usano durante i turni da lavorativi in modo da garantire un presidio costante.

14092013

1 commento

  1. Che tristezza non vedere decine di commenti come vi sono stati per la squadra di calcio……….povera Italia!!!!!!

Comments are closed.