carabinieri radiomobile controllo pattuglia (9)GERENZANO – Si trovava a Gerenzano il deposito della refurtiva di una serie di furti in cantieri edili in Valle d’Aosta e Piemonte: sono stati adesso i carabinieri a bloccare i presunti responsabili dei “colpi”, avvenuti nella primavera scorsa e l’anno passato.

A finire in manette è stato un 31enne di origine marocchina ma abitante proprio a Gerenzano mentre due suoi connazionali, un altro 31enne ed un 32enne, sono stati denunciati a piede libero. Anche loro per un certo periodo avrebbero vissuto a Gerenzano, pur se residenti in Spagna.

Il bottino ammonta a 300 mila euro, in parti di ricambio per ruspe e macchinari da cantiere: proprio nei cantiere della Valle d’Aosta venivano prelevati, smontando le attrezzature presenti. Otto i furti contestati agli extracomunitari dai carabinieri: l’11 marzo a Fenis, ai danni di tre diverse ditte; poi a Nus il 31 maggio; quindi a loro sarebbero ascrivibili altri episodi avvenuti nel 2012 a Pontey, Hone e Chatillon oltrec he quello accaduto in Piemonte, a Varzo.

A quanto pare, la refurtiva veniva quindi collocata a Gerenzano in attesa di essere spostata in Marocco, dov’era rivenduta.

170913

2 Commenti

  1. ah… dev’essere questo il valore di certa immigrazione benvoluta da certi politici e certa parte della cosiddetta società civile. Quando gli Italiani onesti si sveglieranno.?

    • Guarda che nessuno vuole questo genere di persone, siano immigrati o no. Comico come ogni volta si legge un messaggio tipo questo. Purtroppo la situazione è complessa, ma è chiaro che chi commette reati deve pagare la pena o se possibile pagarla nel suo paese (cosa che come saprai non sempre è possibile). Ma basta con questi commenti senza senso. Gli italiani onesti si devono svegliare per far punire davvero i disonesti, siano essi stranieri o italiani, in ogni cosa. Purtroppo però anche il legislatore non sembra sentirci molto da questo orecchio, visto che in Italia andiamo avanti da decenni per condoni, indulti, decurtazione multe, eccetera.

Comments are closed.