06092013 caronno pertusella presidio forza nuova e contropresidio (11)SARONNO – Pubblichiamo la replica degli esponenti di Forza Nuova in merito alla decisione del Comune di revocare l’autorizzazione per il banchetto per la raccolta di firme per lo ius soli in programma sabato 21 settembre.

“Il Nucleo Militante del Saronnese apprende con forte disapprovazione la decisione del Comune di Saronno di revocare, in occasione degli ultimi due sabati di settembre, le autorizzazioni utili lo svolgimento dei propri banchetti propagandistici presso la centrale Piazza Volontari del Sangue e, nella persona del proprio portavoce, Andrea Calini intende doverosamente affermare: “Respingiamo ogni addebito al quale l’Amministrazione comunale si è appellata per dare corpo all’atto di revoca (“la presenza di tale occupazione potrebbe generare problematiche di ordine pubblico, con conseguenti pericoli all’incolumità al transito delle persone nelle zone pedonali della città; considerato che tale iniziativa si svolgerebbe il sabato pomeriggio, giornata contraddistinta da notevole presenza di persone e attività commerciali aperte; verificato che il 6 settembre si è svolta una manifestazione similare a Caronno Pertusella che ha creato problemi di ordine pubblico; considerato che l’Amministrazione comunale non è in grado di garantire alla collettività e ai cittadini una vigilanza tale da assicurare il mantenimento di condizioni di sicurezza alla transitabilità di veicoli e pedoni nella zona” ).

In primis, Forza Nuova è un movimento politico che regolarmente partecipa ad ogni tipo di consultazione elettorale e dato ciò deve godere, al pari di qualunque altro soggetto politico, degli universali diritti di espressione. In secundis, in occasione del presidio caronnese la Sezione ha chiesto con debito anticipo le autorizzazioni alla Questura e al Comune ricevendo esiti favorevoli; i problemi di ordine pubblico ingiustamente addebitateci si sono manifestati esclusivamente a causa dello stazionamento non autorizzato in via Capo Sile di Anpi, centri sociali e sinistra.

Nella storia di FN non esiste alcun caso ove il Movimento, autorizzato a manifestare in una precisa area, abbia attaccato, contrastato fisicamente altri soggetti politici o singoli “antagonisti” ne si è mai reso protagonista di episodi compromettenti l’incolumità al transito delle persone in occasione delle proprie manifestazioni.

Convinti delle nostre buone ragioni nella giornata di domani(oggi ndr) ci recheremo nei pubblici uffici in cerca di spiegazioni, richiederemo inoltre altre date ove poter diffondere le nostre proposte non solo riguardanti la battaglia allo “Ius Soli” : dalla lotta alla precarietà lavorativa alla socializzazione delle imprese in difficoltà, dal sostegno agli studi sulle cellule staminali contro gli interessi delle multinazionali del farmaco all’appoggio del governo siriano di Assad contro le ingerenze Israelo-Americane e tanto altro ancora… Qualora l’amministrazione Comunale non volesse modificare le proprie decisioni, tramite il nostro Legale, ci renderemo inevitabilmente protagonisti di un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale.

 

17092013

11 Commenti

  1. Ecco come agiscono i partiti simili a Forza Nuova nei paesi in cui è loro concessa una certa agibilità politica (alba dorata è partito di riferimento greco per FN, vedi wikipedia per i dubbiosi): http://www.infoaut.org/index.php/blog/antifascismoanuove-destre/item/8987-grecia-rapper-antifascista-ucciso-da-alba-dorata E questa è solo una piccolissima parte delle schifezze compiute da questo partito in Grecia, dopo aver raggiunto una percentuale di voti non più infinitesimale, e dopo lo sdoganamento che ha avuto.
    Vogliamo sdoganare anche FN?

  2. non capisco: qualcuno sta chiaramente ‘dicendo una bugia’.
    secondo ilSindaco l’autorizzazione non è mai stata concessa, secondo Forza Nuova l’autorizzazione in un primo tempo era stata data e in un secondo è stata ritirata.
    delle due può essere vera solo una.
    Forza Nuova ha carte per dimostrare quanto dichiara?

  3. Caro Francesco, la tua ricerca della “Verita” è lodevole! Ti voglio aiutare… Ti sei chiesto come mai il sindaco non è uscito con uno dei suoi comunicati dicendo “non ho mai dato l’autorizzazione”? E come mai nessun commentatore abbia chiesto a gran voce una rettifica? Te lo svelo io… perchè l’autorizzazione è stata data!!

  4. Una raccomandazione: andate direttamente a Busto Arsizio perche’ gli uffici giudiziari di Saronno non ci sono piu’…

  5. E’ un precedente clamoroso. Vuol dire che ogni volta vi sarà qualche partito che non aggrada al PD di Saronno, verranno scatenati i Telos per creare pericoli all’incolumità al transito delle persone nelle zone pedonali della città.

    • con questo tuo commento implicitamente intendi dire che:
      1. i telos appoggiano la giunta Porro (ma non erano anarchici?)
      2. c’è stata una presa di posizione ufficiale da parte del centro sociale che ha giurato guerra nel caso in cui FN fosse scesa in piazza.
      ora, magari mi sbaglio, ma io non credo sia vera ne la prima ne la seconda, mi sbaglio?

  6. Se al Telos fu concesso di manifestare lungo il Corso Italia di Sabato Pomeriggio per ben due volte, non vedo il motivo per cui questa amministrazione debba impedire ad un MOVIMENTO POLITICO di organizzare un gazebo per promuovere una loro iniziativa.
    Credo che l’opinione ideologica di una terza parte (ANPI) non debba interferire con la libertà di opinione (Democrazia).
    L’atto del Sig. Sindaco è un gravissimo atto anticostituzionale, mi auguro che la ragione prevalga sull’ideologia e che il Sindaco faccia un passo indietro, e con le dovute scuse conceda ad una forza politica di fatto di esprimere il proprio pensiero, in modo civile e democratico.

Comments are closed.