SARONNO – Le “gesta” che Luciano Silighini Garagnani ha compiuto negli ultimi mesi nella città di Saronno scorrono con le immagini del cantautore Tony De Castro che in sottofondo intona un vero e proprio inno dedicato a “L’Italia che verrà-Saronno 2015” e al suo fondatore Silighini.

De Castro, quarantenne batterista e cantante della provincia di Bergamo con una ritmica incalzante ha creato un motivo che entra facilmente in testa. Silighini, produttore tv, regista e politico saronnese, anche se questa volta indirettamente, dopo la televisione ed il cinema porta Saronno anche nel mondo della musica.

 

260913

9 Commenti

  1. “….una ritmica incalzante ha creato un motivo che entra facilmente in testa”: eppure, benchè la natura non mi abbia dotato dell’orecchio assoluto, mi par di averlo già sentito da qualche altra parte, abbi orsono, tante e tante volte, ma mi sfugge …chi mi aiuta? 🙂

  2. Beh mi sembra normale. Non vi rendete conto che mai si è visto uno ke fa politica scendere in strada e sistemare le cose quindi ci sta tutto poi il motivetto è meglio di “meno male che Silvio c’è” di sicuro

  3. Il lavoro crea attenzione e Silighini sta facendo un bel lavoro. Un inno come facevano a Mussolini e come hanno fatto a Berlusconi. Senza fare paragoni storici o idelistici credo che sia normale che i media si interessino a lui e se un cantante fa una canzone vuol dire che fa cose buone no?

Comments are closed.