SARONNO – Una quarantina di artisti, uno dei percorsi pedonali più degradati di Saronno e una decina di performance che spaziano dalla musica alle installazioni: sono questi gli ingredienti di “Spazi sonori armonie e disarmonie urbane” l’ultimo evento dell’associazione Soli sociali.

Si è tenuto sabato sera, dal tramonto a mezzanotte, il nuovo evento di SoliSociali – FareArteConLaCittà che si proponeva di riempire gli spazi urbani con musica, suoni, performance e installazioni sonore lungo un percorso che partendo dal sottopassaggio della stazione, lungo il viale Santuario e attraverso i sottopassi pedonali dietro la scuola Aldo Moro, arriva alla piazza Mercanti.

“Vincendo la naturale avversione verso luoghi ritenuti poco sicuri – spiegano gli organizzatori – abbiamo proposto un percorso culturale per riappropriarci degli spazi urbani e allacciare nuove relazioni e contro la cementificazione imperante, edificare impalpabili costruzioni sonore”.

Iniziato con un pizzico di ritardo, l’evento ha effettivamente animato spazi spesso dimenticati diventati meta di tanti ragazzi e curiosi ansiosi di vedere e ascoltare le proposte artistiche.

30092013

30092013