forza nuovaSARONNO – Pronto all’esordio di sabato in centro il Nucleo forzanovista del Saronnese ribadisce l’intenzione di presentare ricorso al Tar contro l’Amministrazione comunale.

Ecco la nota inviata nella mattinata:

Nel pomeriggio di sabato 12 ottobre, dalle 15 alle 19, il Nucleo Forzanovista del Saronnese darà inizio alla propria attività militante in centro città con un gazebo propagandistico in P.zza Ugo la Malfa. Tematica principale della giornata sarà l’opposizione al progetto governativo dello “Ius Soli”, come già in svariate occasioni su tutto il territorio nazionale verrà diffusa la petizione “STOP IMMIGRAZIONE” tramite la quale il Movimento chiede la difesa dello “Ius Sanguinis” non permettendo l’ottenimento della cittadinanza con la sola nascita sul suolo italiano, l’interruzione immediata nella concessione dei permessi di soggiorno e i rimpatri degli immigrati irregolari, privi di lavoro o che abbiano commesso crimini.

Durante tutta la durata della manifestazione sarà possibile inoltre effettuare il tesseramento 2013 e sottoscrivere altre due petizioni popolari:

. “BASTA EUROCRAZIA, LIBERTA’ E’ AUTODETERMINAZIONE”: emanazione dell’omonimo progetto, inviato recentemente dalla sezione del legnanese a numerosi amministrazioni della provincia di Varese e dell’altomilanese , avente come punti cardine la liberazione dei comuni dalle rigide imposizioni economiche dell’Eurocrazia lobbista, la diretta partecipazione dell’ente pubblico nella gestione delle imprese private in difficoltà e l’adozione della Moneta Complementare.

. “FAMIGLIA, TRADIZIONE, CRESCITA DEMOGRAFICA”: blocco di ogni iniziativa parlamentare a favore di unioni, matrimoni, adozioni a e di coppie omosessuali; introduzione del reato di propaganda omosessuale con l’aggravante se il fatto è compiuto in ospedali, scuole, luoghi di aggregazione giovanile in presenza di soggetti deboli, suscettibili; chiusura degli inutili ministeri dell’Integrazione e delle Pari Opportunità e sostituzione di essi con il Ministero della Famiglia Naturale per la Crescita Demografica; concessione immediata di un assegno mensile di 1000 euro a tutte le madri italiane con un figlio che decidono di dedicarsi completamente alla famiglia, con l’incentivo di 400 euro per ogni figlio in più.

Tematiche, rivendicazioni, proposte esposte, a differenza di altri, nel rispetto di quanto concordato preventivamente con Questura e Comune; a tal proposito Salvatore Ferrara, Responsabile Regionale intende affermare:

<< Mercoledì 9 ottobre, dopo aver parlato telefonicamente con il Sindaco di Saronno Luciano Porro ed essermi recato in Questura a Varese ho deciso con i militanti saronnesi di svolgere regolarmente il gazebo in programma sabato 12 ottobre nella desolata piazza Ugo La Malfa.

Forza Nuova rivendica a Saronno, come in tutta Italia, il diritto a manifestare le proprie idee in quanto forza politica regolarmente riconosciuta e partecipante a tutte le tipologie di consultazioni.

Nei prossimi giorni, attraverso un esposto al Tar, citeremo l’Amministrazione comunale in merito alla decisione di revoca, in occasione degli ultimi due sabati di Settembre, dell’occupazione del suolo pubblico in Piazza Volontari del Sangue; a nostro avviso una sentenza totalmente illegittima in quanto all’Istituzione comunale spettano esclusivamente le valutazioni di carattere viabilistico o nel caso la concomitanza con altre manifestazioni.

Inoltre, riferendosi al cosidetto “ordine pubblico”, il Sindaco rivolgendosi a noi aderenti di Forza Nuova ci intimato più volte di “fare i bravi” , confondendo eventi come il Festival Boreal di Cantù con presenza di oltre 1000 (mille) persone ed evento nazionalista internazionale con un semplice gazebo di pochi militanti…rincarando la dose alludendo a disordini a Caronno Pertusella, dove Forza Nuova con presidio autorizzato ha manifestato correttamente senza alcun disordine a differenza di una cinquantina di antagonisti presenti senza alcuna autorizzazione e che hanno creato non poche difficoltà alle forze dell’ordine presenti.

Forza Nuova rimanda al mittente le provocazioni di questi giorni, dal momento che ha un compito più grande coi suoi preparati e rispettosi militanti  : aiutare, difendere il Popolo Italiano!!!”

11102013

2 Commenti

  1. se porro autorizzava subito, non gli faceva tutta sta pubblicità..
    sempre più incapaci gli amministratori

  2. …continuo a pensare che se alla fine della seconda guerra mondiale ci avessero trattato come perdenti e non ci fossimo illusi di averla vinta forse avremmo rigettato per sempre quelle idee e non avremmo questi rigurgiti nazionalpopolari (e vale anche per Sinistra Nazionale, che non è diversa)

Comments are closed.