SARONNO – Una raccolta di fondi per beneficenza, in ricordo di Claudio Bonaiti, il podista saronnese del quale è previsto oggi pomeriggio il funerale dopo l’arresto cardiaco che lo ha colpito domenica al termine del Giro delle 3 province a Saronno.

25052013 festa dello sport running saronno renzo moltrasio claudio bonaiti

Era stato proprio Claudio l’anno scorso a lanciare la mobilitazione per i bimbi disabili: era andato a correre la 100 chilometri di Biel, in Svizzera, nell’ambito del progetto dell’Associazione “art4sport”, per sensibilizzare e raccogliere fondi.

“Quando correva la forza la tirava fuori dal cuore, Claudio – si legge nella pagina web appositamente realizzata per la raccolta fondi in sua memoria – Anche se la corsa più lunga e più dura, quella per la vita, l’ha fregato senza che se lo aspettasse, come un improvviso masso in mezzo al percorso, un ostacolo inatteso che non è riuscito a superare. Eppure non dimenticheremo mai le immagini delle sue grandi imprese dal deserto, 100 Km di Biel percorsi a sostegno di art4sport, l’associazione a cui lui stesso si era affezionato al punto di portarne avanti lui stesso delle iniziative di raccolta fondi”.

Si legge sempre nel sito:”Forse perché quei ragazzi ai quali la vita ha sottoposto dure sfide e che, proprio grazie all’attività sportiva, riescono a ritrovare la voglia di andare avanti, gli ricordavano che niente va mai dato per scontato e che l’esistenza stessa è una corsa per cui bisogna combattere, darsi da fare con ogni energia. E non fermarsi mai. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di riaccendere il progetto “La scherma in carrozzina” che Claudio aveva sostenuto la scorsa primavera riuscendo a raccogliere ben 1500 euro per donare al Club scherma Pinerolo una pedana e tutto il materiale necessario per la pratica della scherma in carrozzina. Il progetto La Scherma in Carrozzina ha bisogno di altri 3000 euro per raggiungere l’obiettivo voluto da Claudio. In occasione dei funerali di questo nostro grande amico ripartirà la corsa per portarlo a compimento. Perché non possono essere i fiori di un giorno a colmare l’assenza di uno spirito che ha riempito di così tanta energia positiva i nostri progetti e i nostri cuori. Perché solo con un nuovo traguardo a nome suo, della moglie Giorgia e della figlia Marta, possiamo sentirlo correre ancora accanto a noi”.

Sul sito anche la presentazione del progetto, realizzata dallo stesso Claudio Bonaiti. Le esequie sono previste oggi, venerdì.

111013