12102013 corteo contro devastazione territorioSARONNO – Sono stati oltre 200 gli attivisti che hanno partecipato alla manifestazione indetta e promossa da Assemblea delle realtà di movimento della provincia di Varese, Anarchici/che del Varesotto, Assemblea popolare No Elcon, Casa occupata di via Don Monza Saronno, collettivo Ultimi Mohicani Gallarate, Kinesis Tradate e Telos Saronno oggi pomeriggio nella città dgli amaretti.

Il raduno era previsto alle 15 in piazza Santuario ma solo intorno alle 15,40 sono stati srotolati i primi striscioni e si è iniziato a pensare alla partenza. Ad aprire il corteo un lungo striscione bianco con i temi della manifestazione “Fermiamo le devastazioni del territorio: no Elcon, no Tem, no Pedemontana, no Malpensa e no Tav”. Gli striscioni sono stati tantissimi da quello del “Giobbe libero” a “Basta deroghe per lo sversamento di scarichi industriali nell’Olona”  da “no vasche di laminazione” a “no al terrorismo di Stato” da “Giù le mani dalla Val Susa” a “Da Varese alla Val Susa i territori sono di chi li vive”.

Temi che sono stati ripresi più volte nel corso del pomeriggio anche con cori e lunghi discorsi fatti nei punti più centrali del corteo. I manifestanti si sono attenuti, almeno nelle prima fase al percorso concordato con le autorità. Da piazza Santuario hanno percorso via Primo Maggio, viale Rimembranze, via Monti, via Verdi, piazza Aviatori e Unità d’Italia e via Legnani, via Volonterio fino a piazza Caduti Saronnesi. A scortare il corteo carabinieri e polizia di stato in tenuta antisommossa che hanno creato dei cordoni di uomini e mezzi per evitare devizioni che mettessero in contatto gli attivisti dei centri sociali con quelli di Forza Nuova presenti in centro.

Sul finale non è mancato un fuori programma: terminato il corteo in piazza Caduti saronnesi gli attivisti dei centri sociali hanno deciso di proseguire verso piazza San Francesco prima, dove sono stati accolti da un applauso dal gazebo del comitato antifascista saronnesi e poi in corso Italia dove sono stati accolti dai cittadini presenti al banchetto dell’Anpi. Con passo spedito e scandendo il coro “A tutti gli immigrati solidarietà, fuori i fascisti dalle città” sono poi corsi in piaza La Malfa nella speranza in “incrociare” i militanti di Forza Nuova che però avevano già lasciato il presidio.

Il corteo si è concluso alle 19 in piazza Libertà dove un’ottantina di militanti ha ripetuto alcuni discorsi sull’antifascismo e la difesa del territorio davanti ai blindati della guardia di finanza e dei carabinieri.

 

12102013

37 Commenti

  1. Ero in piazza libertà quando sono arrivati cantando cori contro i fascisti che però se n’erano già andati da un po’.
    Poi ho ascoltato i loro interventi e letto qualche cartellone, pur non essendo dalla loro parte non mi sono sembrati poi così male, sicuramente non mi sono sembrati come certa stampa e certa parte politica li vuole dipingere. Tanti ragazzi ma anche tanti signori di una certa età, insomma di tutto fuorchè dei casinisti fine a loro stessi.

    • Paola.
      Dal sembrare all’essere ci corre una bella differenza : ne sono piene le cronache !!!
      Non ti sembrano poi così male le OCCUPAZIONI ABIUSIVE ?
      Non ti sembra poi così male il cantare CORI contro un’altra parte poltica che , concordi o no sulle sue idee, ha avuto il buonsenso e l’intelligenza di non cadere in provocazioni e di evitare risse?
      Non ti sembra poi così male l’assenza di rispetto delle regole COMUNI ?
      Non ti sembra poi così male che un’amministrazione non sia in grado di far rispettare le ordinanze che lei stessa emana?
      Non ti sembra poi così male che ci sia un gruppo di “mamme ” che sosstiene Telos con annessi blocco di strade , scritte sui muri , occupazioni di stabili altrui ( non le proprie villette e appartamenti signorili !!!)
      Non ti sembra poi così male avere una città militarizzata e che dei bambini siano stati costretti ad essere rinchiusi a Villa Gianetti
      Non ti sembra poi così male avere centinaia di miltari, carabinieri, volontari , digos , protezioni civile, polizia cittadina …tutti, tutti impegnati per le manifestazioni !!!!! quando potevano aver altro da fare
      Non ti sembra poi così male che un’amministrazione non sia in grado di programmamre manifestazioni in tempi diversi !!!!!
      Non ti sembra strano che aderenti ANPI applaudano i centri sociali : hanno perso per strada i loro ideali ?

      Nulla ti sembra poi così male : capisco !!!

      • è ovvio che l’anpi applauda i centri sociali, sono la nuova versione dei partigiani, si battono contro le ingiustizie di una società ipocrita, come se occupare un edificio abbandonato sia un crimine contro l’umanità o scrivere sui muri anche, tanto la classe dirigente che dice di non farlo sfrutta, sfratta, sfotte, AMMAZZA! se pensi che occupare una casa sia più grave che fare guerre in nome della “democrazia” non hai capito davvero niente, ribellati schiavo

  2. ..che peccato non siano successi incidenti: chissà dove sono tutti quelli che prevedevano incidenti e sono rimasti delusi.
    Aggiungo, e le legioni (romane ovviamente) della grande nuova forza politica dove erano????

    • Cittadino, non so se con questo nickname è sempre la stessa persona, ma frequentemente scrive tralasciando alcuni aspetti, ad esempio che Saronno era ‘blindata’ da spiegamenti di Forze dell’Ordine: visto ciò sarebbe stato ‘il colmo’ -ma anche gravissimo (per entità)- se vi fossero stati disordini.
      ben felice che non sia accaduto nulla, ma mi manca ugualmente il raziocinio dell’aver permesso tutte queste manifestazioni nel medesimo giorno.

  3. Per attitudine personale, non sono un tipo da cortei e manifestazioni. Sono comunque contento che ci siano persone che si informano sui progetti devastanti che stanno per stravolgere il nostro territorio. Questo corteo (in cui ho visto giovani, meno giovani, famiglie coi passeggini…) ha il merito di voler mettere i bastoni fra le ruote agli speculatori che si arricchiscono avvelenandoci e distruggendo il poco verde che resta. Invito tutti i cittadini a soffermarsi, informarsi e leggere… come ho fatto io in questi ultimi due anni. La mia vita è cambiata, mi sono accorto che ero un vero ignorante…

    • Giuseppe ti sei informato a modo tuo visto o hai preferito ignorare che il vero scopo della manifestazione era a sostegno di loro amici in galera o agli arresti domiciliari !!!!! …

      • Il loro amico è ai domiciliari per aver lottato insieme alla popolazione della Val Susa contro le grandi opere devastanti e inutili (ma lo sapevate che la Francia ha deciso di non farlo più il TAV??) che distruggono il territorio e portano tumori e altre malattie (quelle montagne sono piene di sostanze altamente tossiche). Ovviamente loro lo sostengono e continuano la lotta anche senza di lui. Mi pare un buon esempio di coerenza. È comune a tutti i movimenti civili (non solo politici, ma comunque anche ai partiti ad esempio)… almeno a quelli che non voglio riempirsi la bocca di aria fritta e basta.

      • forse cara Giusy anche tu ti sei “informi a modo tuo”.
        ti basterebbe solo rileggere questo pezzo dell’articolo per sapere le motivazioni della manifestazione:
        Ad aprire il corteo un lungo striscione bianco con i temi della manifestazione “Fermiamo le devastazioni del territorio: no Elcon, no Tem, no Pedemontana, no Malpensa e no Tav”. Gli striscioni sono stati tantissimi da quello del “Giobbe libero” a “Basta deroghe per lo sversamento di scarichi industriali nell’Olona” da “no vasche di laminazione” a “no al terrorismo di Stato” da “Giù le mani dalla Val Susa” a “Da Varese alla Val Susa i territori sono di chi li vive”.

  4. Paola guarda,è talmente bello e veritiero il tuo commento che me lo copio e incollo sul mio profilo fb!!!!

  5. La prossima volta manifestate contro la coltivazione delle carote in Niicaragua! Ma ci rendiamo conto che, mentre la’ Italia va a rotoli, qui si perde tempo a bere birra, manifestare a favore di un fannullone e fare la caccia a chi è’ in minoranza? Complimenti kompagnucci e stasera mi raccomando tutti al centro sociale a vere e fumare

    • Hai ragione leone la sera hanno festeggiato alla grande al telos , e domani mattina si diverte il povero gommista a ripulire tutto. Sabato prossiml farei una manifestazione pro gommista vicino del telos che dite il sindato mi autorizza?

  6. Cioè..questo gruppo di “anarchici” (mah..) corre verso il luogo del amichetto di fn nella speranza di trovare qualcuno da gonfiare di botte..da vedere poi se ci sarebbe riuscito..e a te,cara paola,sembrano persone x bene..
    Immagino che invece ai visto quelli di fn ed erano tutti rasati,con la svastica e stavano picchiando un bambino di colore..giusto?
    Povera italia

  7. Non ho parole le forze dell’ordine si lamentano che non hanno soldi per la benzina poi danno la possibilità di organizzare queste cose , sono curioso di sapere chi paga , forse la giunta Porro?
    Poi complimenti si proibisce una fiaccolata pro sicurezza e si permette di manifestare pro “fannullone”

  8. Ma soprattutto caro anonimo….lo stato si lamenta che non ha soldi, e poi li spende in opere inutili per opere come Tav, Pedemontana e altre (e sono inutili, se solo andassi u n pò oltre la superficie), mentre si fanno addirurittura leggi per stritolare ogni cittadino: ti rendi conto che se uno và a donare il sangue ora non gli viene contato come giorno lavorativo ma deve recuperare tutti quei giorni in cui ha donato alla fine della carriera lavorativa, che ora bisogna recuperare anche i giorni di maternità obblgata, e qui si stà ancora a parlare di opere inutili!!! poi sei libero di pensarla come vuoi…e Leone, l’Italia và a rotoli perchè non c’è abbastanza gente che protesta e che si ribella, ecco perchè và a rotoli…perchè non c’è abbastanza gente come Giobbe, che combatte per l’integrità di una valle…poi se vuoi continuare a lasciar operare lo stato indisturbato anche dove sbaglia liberissimo di non protestare contro le carote

  9. alla faccia di silighini e comi non sono successi incidenti e se c’erano le forze dell’ordine in abbondanza forse non si ricordano quante ne avevano messe i corso italia quando un anno fa si erano accampati quelli di forza nuova. la memoria è sempre corta

    • peccato che le forze dell’ordine non fossero state messe li per garantire l’incolumità dei cittadini dagli attivisti di FN….

  10. A quelli dell’ANPI che ieri hanno “salutato” i centri sociali che non rispettano , come è nei fatti, le regole della nostra Costituzione , rammento che lo Statuto ANCI recita anche :
    
- Restituire al Paese una piena libertà e favorire un regime di democrazia per impedire in futuro il ritorno di qualsiasi forma di tirannia e assolutismo.

    – Valorizzare in campo nazionale e internazionale il contributo effettivo portato alla causa della libertà dall’azione dei partigiani.

    – Far valere e tutelare il diritto dei partigiani, acquisito, di partecipare in prima linea alla ricostruzione MORALE e materiale del Paese.

    – Promuovere la creazione di centri e organismi di produzione e di lavoro per contribuire a lenire la disoccupazione.

  11. Non ero alla manifestazione, ma conosco Giobbe da quando eravamo ragazzini. Ha sempre lavorato sodo e sgobbato come un mulo. Non si è mai tirato indietro, svolgendo lavori anche pesanti o pericolosi, nonostante abbia le capacità e la cultura cercare anche lavori “alla scrivania”. Ovviamente senza nulla togliere a impiegati, tecnici, ecc.. voglio solo dire che si può avere idee diverse dalle sue, ma non è chiamandolo “fannullone” che si può far credere alla gente che le vostre idee sulle devastazioni ambientali…

  12. … (idee che fra l’altro non avete espresso) siano più giuste delle sue e delle 300 persone che erano in piazza sabato a Saronno. Oltretutto le vostre idee, che ipotizzo diverse dalle sue, dato che vi permettete di insultarlo dandogli del “fannullone”, non avete neanche il coraggio di esprimerle. Vi siete informati? Avete un’idea su qualcosa? Ad esempio, cosa pensate del progetto di devastazione che sta per distruggere la valle del Lura? Vi siete fatti un’idea? Quanto tempo della vostra vita avete mai speso per discuterne con qualcuno? Magari con qualcuno più informato di voi?

  13. @Marcello Gavioli manifestare a favore di un Kompagno non vuol dire imbrattare le vetrine di scritte o sbaglio?
    Visto che parli di devastazione del Lura cosa avete organizzato per impedirla?

    Devastare invece il piazzale davanti al Telos con immondizia e’ permesso?

    • pubblichi per cortesia le foto del piazzale devastato davanti al Telos,?? sai di quale progetto si sta parlando nel parco del Lura?? sai in quali aree verrà realizzato questo progetto??

      • Il piazzale era pieno di bottiglie come il solito e di sicuro urina e feci , andate a intervistare il gommista che ogni mattina consuma acqua per ripulire il tutto.

        • Caro Anonimo, sei in malafede e lo sai. Io sono passato questa domenica, come spesso mi accade, dal telos, e ho trovato i ragazzi a pulire, non il gommista, come affermi tu in una decina di post, qui e in altri articoli. Tutti commenti tra l’altro scritti oggi, e tutti scritti dopo che a Silighini è venuto in mente di fare una iniziativa delle sue fuori dal gommista di cui sopra. Forse forse forse che questi commenti sono di Silighini (come anche quelli che parlano della fiaccolata non autorizzata?). Ti invito a provare il contrario, ossia che sia stato il gommista a pulire il tutto.

    • 1) Noi cosa abbiamo fatto? Ma “noi” chi? Ma se ho appena detto che alla manifestazione non c’ero? Ma ci sei o ci fai? 2) Alla manifestazione ha partecipato un comitato di giovani di Lomazzo (lo so perchè li conosco) nato specificatamente per lottare contro la devastazione del Lura… che si dedica proprio a quello. Informati meglio. 3) Io non faccio parte del Telos e non ci sono neanche mai andato, non capisco perchè mi parli di piazzette e piazzali… Ma poi cosa centra sto piazzale? E poi mica saranno stati tutti del Telos i partecipanti… A vedere le firme su internet c’erano gruppi da tutta la provincia!

  14. salvo Giuseppe Malessa e Marcello Gavioli tutti gli altri commentatori sono anonimi – ha ragione il sindaco Porro che non ne vuol sapere dell’anonimato – sono certo che per partecipazione Porro intenda qualcosa di molto diverso da una folla vociante e minacciosa, qualsiasi sia il colore politico o l’antipolitica, e per questo stia dalla parte di chi rispetta le regole di civiltà, anche nell’opposizione

  15. Organizzarsi con altri e lottare perchè il nostro territorio non venga inquinato e devastato è un nostro dovere. C’è chi lo fa e ha tutta la mia riconoscenza.
    Solo grazie a una mobilitazione popolare durata due anni è stato impedito che la società israeliana Elcon installasse sull’area ex-Montedison di Castellanza un inceneritore di rifiuti chimico-farmaceutici altamente cancerogeno.
    Le grandi opere vengono fatte per favorire i profitti di pochi a danno e a spese di noi tutti.
    Che si investa in salute, istruzione, servizi, messa in sicurezza dell’Italia.
    Ne avremmo un vantaggio tutti.

  16. Premesso che sono contrario ad atti di vandalismo di qualsivoglia natura,che conosco il sindaco Dr.Porro da molto tempo,che mio figlio era presente al corteo di sabato, che anch’io ho seguito,mi pare che i temi proposti dai ragazzi e da coloro che si sono uniti al corteo non fossero proprio campati in aria.
    Ovviamente, non posso essere d’accordo su tutte le iniziative del sindaco, ad esempio, trovo i famosi 30 all’ora una mossa non proprio felice, ma, almeno per ora, Saronno non si è riempita di centri commerciali ed avveniristici grattacieli come si prospettava qualche tempo fa.
    Io leggo ogni sera le informative che mio figlio e i suoi amici stampano sulle problematiche ambientali,e vi assicuro che c’è poco da ridere.
    Meno male che a Saronno c’è qualcuno che (cerca) di smuovere qualche coscienza.
    Certo,i “NO” sono troppi, no-tav,no-tem, no-pedemontana ecc..,ma facendo la dovuta tara,questi hanno ragione da vendere.
    Clede.

  17. Non so cosa ha visto il giornalista o la giornalista quando il corteo è passato vicino al gazebo dell’ANPI. Semplicemente è passato ad un metro dal gazebo: chi era presente ha visto chi passava, come decine di altri cittadini prima e dopo; non vi sono state esternazioni di nessun tipo .Perché scrivere “sono stati accolti” come scritto nell’articolo? Perché enfatizzare una cosa, peraltro non avvenuta?

Comments are closed.