lorenzo guzzettiUBOLDO – “Abbiamo tenuto duro, abbiamo atteso (e stiamo ancora attendendo) di approvare il bilancio di previsione ma alla fine ce l’abbiamo fatta immaginando, come sta accadendo, che degli emendamenti governativi in approvazione a Roma salvassero i cittadini da un salasso assurdo in questo momento di pesante crisi economica. A Uboldo se non dovesse cambiare nulla a Roma nei prossimi giorni, non si pagherà la Tares”. Sono le parole del primo cittadino Lorenzo Guzzetti:”Cittadini, famiglie (aumenti previsti dalle simulazioni anche di 400 euro), imprese, ma soprattutto commercianti (ho visto aumenti previsti di 2-3 mila euro dalle simulazioni su alcune categorie) possono quindi stare (quasi) tranquilli, a meno che non cambierà qualcosa ancora nelle commissioni romane. Ma siamo abbastanza ottimisti nel dire che potremo anche nel 2013 confermare la Tarsu in attesa nel 2014 di capire come funzionerà la Service Tax”.

19102013