CARONNO PERTUSELLA – Era una furia inarrestabile: ha attraversato il centro cittadino seminando devastazione fino a quando i carabinieri, allertati dai cittadini, sono riusciti a bloccarlo e a portarlo in caserma. E’ stato un lunedì sera davvero agitato quello di ieri in centro a Caronno.

Tutto è iniziato intorno alle 20 quando un 33enne residente in paese ha iniziato a dare in escandescenza: ha strappato parte della recinzione della cappella della Madonna del latte, ha lanciato tutti i sacchi della spazzatura esposti dai residenti in via Dante, ha strappato i cestini in cemento e ha danneggiato alcune vetrine. Tantissime le chiamate dei residenti arrivati al 112: sul posto sono subito accorsi i carabinieri della stazione cittadina e del Nucleo operativo e Radiomobile. Con non poca fatica i militari hanno bloccato il caronnese che dopo aver cercato di fuggire si è opposto all’arresto continuando ad urlare insulti contro i carabinieri e il parroco.

L’uomo in evidente stato di ubriachezza è stato arrestato per danneggiamenti aggravati continuati e resistenza a pubblico ufficiale. I privati che hanno avuto delle proprietà danneggiate hanno già sporto denuncia.

22102013