CERIANO LAGHETTO – Due venditori abusivi posizionati fuori dal cimitero sono stati identificati e sanzionati a poche ore di distanza l’uno dall’altro dalla polizia locale. Per loro una maxi multa e il sequestro della merce, che è stata utilizzata per ornare lapidi spoglie.

sequestro commercio abusivo fiori

I due identificati e multati dai vigili sono entrambi originari del Bangladesh, uno residente a Saronno, l’altro domiciliato nella stessa città. Nel primo intervento, quando i vigili, sulla base di alcune segnalazioni ricevute, si sono avvicinati per un controllo, il venditore di fiori si è subito dato alla fuga abbandonando sul posto la propria mercanzia. Salvo poi presentarsi successivamente dagli stessi agenti della Polizia locale per reclamarla. A quel punto sono scattate le procedure di identificazione a cui ha fatto seguito il verbale per esercizio abusivo del commercio in luogo pubblico, con una sanzione di 3000 euro.

Lo stesso è successo il giorno successivo con protagonista un altro venditore abusivo. Anche per lui sequestro della merce e sanzione da 3000 euro. “I fiori recuperati sono stati portati sulle tombe degli indigenti – ha spiegato il sindaco Dante Cattaneo, aggiungendo a commento della vicenda che “fare rispettare le regole vuol dire innanzitutto rispetto dei nostri commercianti regolari che pagano un sacco di tasse!”

231013

1 commento

  1. “fare rispettare le regole vuol dire innanzitutto rispetto dei nostri commercianti regolari che pagano un sacco di tasse!”

    …assolutamente d’accordo!!!!
    Spero che Porro prenda esempio da te e lo faccia anche qui a Saronno.

Comments are closed.