SARONNO – “Sono entrati come delle furie, hanno divelto le bacheche lanciato i portaombrelli, rotto una porta e solo l’intervento dei vigili li ha spinti all’esterno. Urlavano “ridateci l’acqua”. Erano davvero furenti”.

Così un dipendente comunale racconta il blitz dei ragazzi dei centri sociali questa mattina alle 10 in Municipio. A scatenare l’azione il taglio dell’acqua all’ex macello avvenuto stamattina alle 5.

I ragazzi sono rimasti nell’atrio una decina di minuti e poi sono usciti di corsa. Tanta la preoccupazione tra utenti e dipendenti comunali.

151113

43 Commenti

  1. Non e’ questo un modo civile di comportarsi.
    Chi ha rotto la porta deve pagare le spese per la riparazione!

  2. C’è ancora chi li difende. Se io cittadino entro in comune, spacco una porta, lancio porta ombrelli mettendo in pericolo non solo i dipendenti del Municipio, con la mia crisi di nervi, ma anche gli avventori e i cittadini, arriva la polizia, mi carica sulla volante e mi porta in questura dove parte subito una denuncia. Loro no, altruimenti diventano martiri, vengono ACCOMPAGNATI ALL’ESTERNO, mentre si raccolgono i cocci dei loro danni che la comunità pagherà. Non è più colpa del Sindaco, ma dello Stato in cui viviamo.In questo caso si farà la solita denuncia tipo botellon?

    • al prox giro voto destra… ci faranno perdere soldi, ma almeno meno di tutte queste pagliacciate

      • Del resto il buongiorno si era visto già dall’inizio. La politica del ” volemose bene”, la tolleranza, la comprensione per un manipolo di giovani manovrati dall’estrema sinistra, era un chiaro biglietto da visita. Cosa si aspettava il sindaco Porro? La riconoscenza? Eccola servita su un piatto d’argento e la città ringrazia per questa nuova performance che riduce la città in queste condiizoni. Dimentichiamo il biglietto d’ingresso dove ci sono i Telos? Tempo al tempo occuperanno ogni stabile privato vuoto. Altro che votare centro/ destra! Forse non è più sufficiente.

  3. I pacifisti… menomale che ci sono loro ad insegnarci quelli che sono i valori della vita…

  4. io l’acqua gliela ridarei…..nel caso specifico con gli idranti (e un po di shampoo neutro, che no fa male)

  5. Chi paga tutti gli interventi (notare il plurale) posti in essere finora per rispondere alle azioni di queste persone, nonché i danni dagli stessi provocati? La risposta ai vostri portafogli….
    Tutti soldi finiti letteralmente nel cesso anziché in servizi utili alla Comunità -sicurezza, viabilità, pulizia, etc…-, molti dei quali tagliati e ridotti al lumicino anche per far fronte a queste spese.

  6. la ‘strategia della tensione’ delineata l’altro giorno dal Sindaco porta a questo: non me ne stupisco.
    qui siamo alla follia. ma sia dei telos che dell’Amministrazione.
    c’è sempre da chiedersi, tra l’altro, se le regole valgono davvero per tutti. boh.

  7. Prima le bottiglie sul Silighino e ora i vetri rotto in comune. Interviene qualcuno adesso o no?

  8. Il modo peggiore per dare ragione alla Comi e continuare a tenere questa città incatenata nel dibattito di una questione che riguarda veramente pochi ma che ormai è talmente chiassosa da sembrare l’unico problema.

    Inevitabile che poi si prendano decisioni tranchant e che le forze dell’ordine, a questo punto, facciano ciò che devono.

  9. In due giorni questi si permettono di entrare indisturbati in un palazzo comunale, riempire bottiglie d’acqua, volantinare all’interno dell’edificio, rompere una porta, urlare e sbraitare nella sede dove abbiamo il COMANDO DELLA POLIZIA LOCALE.
    Qualcuno sa almeno se ci sono stati dei fermi dal momento in cui sono stati accompagnati all’esterno dagli agenti della P.L?

  10. Che bei commenti, si vede che siete esseri umani, chi comanda toglie il diritto di bere a della gente e voi vi scandalizzate per un po di chiasso.. Di questo passo brucierà tutto.

    • I cittadini pagano per acqua, gas, elettricita e x avere un tetto sulla testa. Questi pretendono cose GRATIS, distruggono, imbrattano e disturbano quelli che vivono vicino al Telos con rumori, grida e musica.

  11. “Sono entrati come delle furie, hanno divelto le bacheche lanciato i portaombrelli, rotto una porta e solo l’intervento dei vigili li ha spinti all’esterno. Urlavano “ridateci l’acqua”. Erano davvero furenti”. In realta’ io ero presente, stamattina, all’interno del Comune di
    Saronno per ritirare lo stato civile. E quello che posso invece testimoniare di aver visto e’ piuttosto che per la decina di ragazzi che si sono presentati all’ingresso, mentre per l’appunto attendevo gia’ da dieci minuti in coda allo sportello (a cui e’ stata impedita in maniera particolarmente violenta,specie da parte di due agenti del corpo municipale) ,la possibilita’ di avere accesso per poter contestare per la decisione del Sindaco, si siano scaldati piu’ che altro per via del diniego.

    • da un dipendente comunale cosa ci si aspetta che dica?
      quello che succede negli uffici dei servizi sociali nessuno dice niente dove va gente( la maggior parte non proprio nativa di saronno) che pretende anche se non ha diritto e provoca danni e minaccia le assistenti sociali? e questo succede spesso…….
      chi si firma il cittadino e il sarunat cattivello, dico che ho notato anch’io una notizia (riduzione stipendio dirigenti del comune) che varesenews era riportata in grande evidenza mentre su il saronno neanche una riga quindi deduco che le notizie vengono riportate un po’ “a discrezione….”

  12. E’ ora di finirla
    Sgomberate l’ ex macello e abbattete tutto con una ruspa perché ormai quello stabile non è più recuperabile; costruirlo nuovo costerebbe meno che ristrutturarlo a norma.
    Caro sindaco se le sue dimissioni non sarebbero una tragedia….
    Ormai siamo allo sbando.

  13. Motivo in più per uno sgombero immediato (anche con forza)dello stabile in questione.Adesso bastaaaa.

  14. Superata la soglia della civile tolleranza!
    Si prendano i necessari provvedimenti!
    Luciano, non credi sia giunto il momento di tirare furi le p… e far sgomberare l’immobile in questione?
    Se non sei in grado …fammi il sacrosanto piacere e DIMETTITI!!!!! SARONNO TUTTA RINGRAZIA ANTICIPATAMENTE!!!!

  15. Chi paga tutti gli interventi (notare il plurale) posti in essere finora per rispondere alle azioni di queste persone, nonché i danni dagli stessi provocati? La risposta ai vostri portafogli….
    Tutti soldi finiti letteralmente nel water anziché in servizi utili alla Comunità -sicurezza, viabilità, pulizia, etc…-, molti dei quali tagliati e ridotti al lumicino anche per far fronte a queste spese.

  16. Comunque vorrei solo puntualizzare una cosa. Il raid non l’ha fatta una fantomatica identita’ chiamata “centro sociale”. Il raid l’hanno fatta delle persone singole con dei nomi e dei cognomi. Perchè queste singole persone non sono state prese e portate in caserma?

    • Vero, prova a fare tu una cosa del genere: ti ritrovi in gattabuia nel giro di 15 minuti… Purtroppo si vede che loro hanno alcuni santi in paradiso, uno su tutti il dilagante perbenismo e politically correct che infesta il nostro paese, dove se qualcuno prova a far rispettare le leggi o a ripristinare giustizia e legalità viene additato come “fascista” o “venduto”…

    • E’ vero! Le foto sono state artefatte con photoshop, e non è davvero successo nulla stamattina in Municipio. Anche lo sbarco sulla luna è inventato. Sapevatelo.

    • beh non è la Pravda ma direi che da sempre ha un orientamento politico molto ma molto ben preciso 🙂

    • su ‘IlSaronno’ qui leggo la testimonianza di un dipendente comunale, su ‘VareseNews’ quella del comandante dei carabienieri.
      casomai si può parlare di obbiettività differente degli intervistati, ma ciò non toglie come siano andate le cose: manifestanti arrivano e vengono respinti, la sede comunale subisce danni.
      abbiamo addirittura il Sindaco che si esprime duramente sull’accaduto: o si informa anche lui solo dai giornali oppure le cose che ho elencate sono successe per davvero.
      ovviamente a meno di credere che gli Agenti si siano messi a spaccare porte, bacheche e portaombrelli… ipotesi surreale.
      ci sono telecamere? penso ‘diranno’ quanto accaduto.

      in ogni caso le azioni degli occupanti seguitano a restare al di fuori del normale e del legale oltre inquadrarsi in una continua escalation.

      • il sindaco parla ovunque tentativo di irruzione, non di irruzione (e coincide con quanto riportato da Varesenews ripreso dal comandante dei carabinieri che ha nome e cognome, non dalla testimonianza di un non noto dipendente comunale).
        La verifica delle fonti è importante per un giornale.
        I danni sono all’esterno, questo lo appurerà facilmente la magistratura (si spera presto)….

  17. Certo che l’edificio del Comune di Saronno è proprio fatiscente,sembra fatto con la cartapesta e ci vorrebbero secondo me dei colori un po’ più vivaci che tengano alto il morale del corpo impiegatizio!

  18. Ma in tutto questo, ma dove è finito l’assessore alla sicurezza? Quello che dovrebbe dare risposte? Quando il gioco si fa duro i duri… Scappano! Neanche uno straccio d dichiarazione, conferma di essere l’uomo del motto “armiamoci e partite”. Tristezza.

    • Per Lui l’importante è scrivere libri, possibilmente contro il Nord che l’ha accolto e gli ha dato dignità.

  19. Ed ora chi paga i danni causati da questi bei ragazzotti anarchici all’edificio del Comune di Saronno?!?!?!?.. Avendo occupato abusivamente l’ex Macello, mi auguro che almeno abbiano cittadinanza italiana e siano residenti a Saronno! Mi auguro vivamente che i danni vengano notificati a questi “sognatori” e non finiscano per ricadere sul cittadino ONESTO! Siamo stanchi della solita demagogia: ci vogliono i FATTI!

  20. Chissà perché a loro è tutto concesso! Spaccano, imbrattato, insultano, aggrediscono, si appropriano di strutture altrui senza il benché minimo ritegno! E chi dovrebbe fare qualcosa neanche si fa vedere! È ora di finirla che le forze dell’ordine devono sempre salvare il “lato B” di chi ci governa rischiando ogni volta di essere aggrediti e riempiti di parole come oggi. Questa gente è fortuna ad essere in Italia perché qui è tutto permesso soprattutto in comuni come questo dove, invece di reprimere questi atti, vengono ignorati e così facendo di conseguenza appoggiati. Purtroppo se non succede un miracolo a breve . . . saremo destinati a sopportare questa amministrazione per più di un anno!!!! E questa non sarà l ultima volta che articoli del genere finiranno sul giornale!

Comments are closed.