ValioniSARONNO – “E’ improprio dire che sgomberiamo l’ex macello per dare una nuova sede “Ai Bruchi” è un progetto molto più articolato e complesso a cui l’Amministrazione sta lavorando da molto tempo prima che ci fosse l’occupazione“. Il sindaco Luciano Porro con l’assessore ai Servizi sociali Valeria Valioni fa chiarezza sui progetti per l’ex macello occupato da un anno dal Comitato autorganizzato saronnesi senza casa.

“Già da prima dell’occupazione – spiega il sindaco Luciano Porro – era nata l’idea di trovare una nuova sede per i servizi ai minori che vivono una situazione di difficoltà. Un modo per razionalizzare i costi, le risorse ed offrire un servizio migliore“. In sostanza un anno fa a Saronno operavano “I Bruchi” centro diurno con sede in via Roma, (“in uno stabile che non ha mai rispettato a pieno i requisiti regionali visto che l’ascensore non è utilizzabile a disabili” chiarisce il vicesindaco) la “Scatola magica” servizio analogo con sede in via Avogadro nella palestra della sede dell’associazione Tam Tam pensata per i giovani del quartiere e poi diventata di sostegno a ragazzi che hanno specifiche necessità educative e affettive. C’è poi lo “Spazio Neutro” un luogo dove si possano tenere gli incontri tra i genitori e i figli che necessitano della presenza di un educatore che prima era ospitato negli appartamenti di via Roma con i Bruchi.

“Al fine di riunire tutte queste diverse realtà – chiarisce il vicesindaco Valioni – anche per ovviare ad alcuni problemi di carenze del personale, abbiamo pensato ad un sede unica, nell’ex macello. Al momento, per organizzare la vendita degli appartamenti in via Roma che avrebbero dovuto garantire i fondi per la ristrutturazione dell’ex macello, il Tam tam, I Bruchi e la Scatola magica hanno tutti sede via Avogadro mentre lo Spazio Neutro è ospitato al Villaggio Sos“. Sedi che non sarebbero adatte per il servizio offerto: “In via Avogadro si usa principalmente lo spazio della palestra: è un seminterrato e a causa dell’altezza degli spazi è anche molto freddo. Potremmo dire che è inadeguata”. Dopo la riqualificazione dell’ex macello I Bruchi, la Scatola magica e il Tam tam saranno riuniti in un Centro diurno per minori che offrirà un servizio dalle 16 alle 19,30 ai bimbi delle elementari e dalle 13 alle 17 a quelli delle medie. Complessivamente saranno seguiti 35 minori:”Si tratta di progetti importanti perchè offrono un sostegno importante a bambini per i quali altrimenti potrebbe essere necessario un allontanamento dal nucleo familiare” conclude il vicesindaco.

26112013

26112013

11 Commenti

  1. Ma che paraculata!!!
    Pare che nei vecchi locali di via roma dove lavoravano i bruchi ora ci andrà saronno servizi, che non sarà più in affitto in villa gianetti. Saronno servizi è del comune, ed è questa società a comprare gli appartamenti di via roma permettendo quindi sgombero e incastri strani.
    Tutto sto raggiramento perchè i telos hanno occupato quello stabile, altrimenti campa cavallo che l’erba cresce.

    • qualcuno (di ‘titolato’) può confermare se quanto contenuto nel commento di ‘anonimo’ corrisponde a verità?

    • Il bando sara’ pubblico percio’ i potenziali acquirenti potrebbero essere molteplici. Essendo bando nulla e’ certo sino alla fine.

  2. Tempistica precisa? Non è che lo rivediamo pieno di ratti e scarafaggi e che fra un anno crolla?

  3. Se questi continuano ad occupare stabili in disuso, nel giro di pochi anni avremo una Saronno completamente ristrutturata.

  4. hei…ragazzi del Telos…potreste cortesemente occupare la Pretura Vecchia così almeno verrà ristrutturata a breve???
    Per favore fate in fretta:sta cadendo a pezzi…

  5. si, bravi..perchè non è pratica comune in tutta Italia fare progetti di pseudo-riqualificazione mettendoci progetti sociali. si vede che forse voi siete nati ieri.

  6. ma non si può fare al centro sociale di via avogadro, dove alcune di queste associazioni già hanno sede, dove c’è già una struttura ad hoc e dove costerebbe sicuramentre molto meno? si tratterebbe di evitare ai bimbi di andare dall’altra parte della città

    • si sta preparando per la neve, l’ho intravisto nei pressi di villa gianetti con pala in mano, rigorosamente tricolore, aspettare il primo fiocco per dichiarargli guerra.

Comments are closed.