GERENZANO – Quaranta chili di “Pane del popolo” è stato distribuito ieri pomeriggio in piazza 25 aprile: in poche ore gli attivisti hanno consegnato una quarantina di pagnotte da un chilo.

“E’ un pane prodotto da italiani per gli italiani e che noi abbiamo distribuito – spiegano Andrea Calini responsabile del saronnese e candidato sindaco a Rescaldina e il militante Federico Russo – non è solo un bene concreto ma anche un simbolo dei diritti sociali, civili, lavorativi e abitativi che nel nostro Paese spesso vengono negati e che noi lottiamo per restituire”.

Gli attivisti hanno raccolto anche le firme per le  petizioni “Stop immigrazione”, contro il progetto dello ius soli , “Scienza e non mercato!” Per la legalizzazione del Metodo Stamina nella cura delle malattie neurodegenerative;“Basta eurocrazione” contro il patto di stabilità e tutte le imposizioni dell’euro-lobbismo.

Da registrare nel pomeriggio anche la presenza di alcuni attivisti di Rifondazione comunale del Saronnese intervenuti per far sentire la propria contrarietà alla manifestazione di Forza Nuova. 

Negli ultimi giorni il gazebo di Fn è stato oggetto di una polemica politica partita dalla richiesta di Gerenzano Democratica al sindaco Ivano Campi di condannare l’iniziativa del gruppo.

02122013