17112013 presidio senz'acqua piazza LibertàSARONNO – Manifestazione non preavvisata e oltraggio a pubblico ufficiale sono queste le accuse contestate dai carabinieri ai partecipanti alla manifestazione di domenica 17 novembre.

Nelle ultime ore i militari della compagnia di Saronno hanno denunciato 13 persone tutte partecipanti al presidio organizzato dal “Comitato autorganizzato saronnesi senza casa” in piazza Libertà per solidarizzare con gli occupanti dell’ex macello dopo che l’Amministrazione comunale aveva fatto tagliare l’allacciamento alla rete idrica della palazzina di proprietà comunale ma abitata da un anno da una decina di giovani.

Gli accertamenti dei militari, realizzati partendo dalle immagini della videosorveglianza cittadina, sono ancora in corso e non si esclude che nelle prossime ore possano arrivare nuove denunce.

Il presidio era stato l’epilogo di una settimana di tensione iniziata con il fallito tentativo di tagliare la fornitura d’acqua di martedì 12 novembre, proseguita con l’intervento di venerdì 15 novembre con cui è stato interrotto il collegamento da parte della Saronno Servizi seguita da un’irruzione dei ragazzi in Municipio.
Per tutti questi episodi la polizia locale ha già denunciato 5 persone per il blitz del 12 novembre e 9 per i fatti del 15 novembre.

02122013

14 Commenti

  1. Non è eccessivo denunciarli per un presidio? Denunciateli per le occupazioni!! Il giorno del presidio ero passato anch’io ed erano tranquillissimi e pacifici!!

  2. Denunciati per aver partecipato ad un presidio? E’ follia!
    Complimenti alla polizia locale e al comune, per essere riusciti a passare dalla parte del torto. Avete perso il senso delle cose.

  3. Denunciati per aver insultato ripetutamente le forze dell’ordine che erano a venti metri da loro. GIUSTISSIMO. Imparate la buona educazione ed il rispetto delle regole.

  4. E la libertà d’espressione dove la mettiamo??
    La giunta Porro non ne sta prendendo una, vergogna!!

  5. Per piantare un gazebo sul suolo comunale, ci vogliono i permessi, bisogna fare una richiesta in comune, altrimenti diventa occupazione di suolo pubblico.
    Ecco il reato, siamo sempre alle solite, ci vuole il rispetto delle leggi.
    Informatevi prima di commentare.

    Saluti

  6. “occupazione di suolo pubblico. Ecco il reato”
    Ma che reato e reato… ma informatevi.

    • Occupazione abusiva di suolo pubblico è un reato. Si informi per cortesia. Se io metto un gazebo senza permesso occupo del suolo pubblico.

      • Veramente non è un reato penale, se metti un banchetto senza chiedere permesso puoi essere multato, un po’ come se passi col rosso al semaforo o se non metti il disco orario.

  7. Denunciateli per gioire la vita, denunciateli per essere liberi, fatelo, denunciateli per vivere.

  8. Scusate ma non era “ENTRO DICEMBRE” il termine massimo di tolleranza per l’occupazione abusiva dell’ex macello? A me sembra che siano ancora dentro e ogni mattina i simpatizzanti si recano da loro per fare colazione, come una bella famigliola tipo MULINO BIANCO……. A meno che “ENTRO DICEMBRE” venga inteso come “entro i primi 31 giorni di dicembre”…. Beh 2 ne sono già passati…..
    MAH………

    • riguardando le immagini dei due precedenti sgomberi si puo’ vedere che si muovono diverse decine di agenti e mezzi coordinati da digos, questura, prefettura. penso che se sarà fatto, dovrà essere svolto in collaborazione con il comune -proprietario dell’immobile- senza creare disordini e senza lasciare la possibilità agli occupanti di rientrare. Via Concordia stabile messo in sicurezza, casa veleni stabile abbattuto immediatamente.

      • via concordia stabile messo in sicurezza?
        ma dici sul serio?
        io abito nei palazzi di fronte e ti assicuro che non è stato “messo in sicurezza”, è stato devastato, è stato tolto il tetto e hanno accatastato tutto ciò che c’era dentro in mezzo al cortile e ci hanno fatto una colata di cemento sopra.

Comments are closed.