carabinieri notte saronnoCISLAGO – Per evitare che la convivente lasciasse la loro casa con il padre un 49enne cislaghese ha sparato tre colpi alle gomme dell’auto su cui si trovavano anche i suoi due figli di 4 e 5 anni.

E’ quanto accaduto, fortunatamente senza conseguenze per i bimbi e per gli adulti il giorno di Natale a Cislago. Tutto è iniziato nel pomeriggio quando l’uomo che convive con una 38enne dal 2007 ha iniziato a scaricare i dati dal telefonino della donna grazie ad un software spia installato poco prima. La cislaghese se n’è accorta e gli ha detto di smettere ma lui si è chiuso in camera da letto. Quando la convivente l’ha raggiunto lui l’ha aggredita per impedirle di recuperare il maltolto arrivando anche a metterle le mani intorno al collo. Preoccupata la 38enne ha chiamato il padre pregandolo di andarla a prendere.

Il 49enne si è presto accorto che la donna e i figli erano sull’auto pronti a lasciare l’abitazione ed è corso fuori di casa con una Beretta semiautomatica. Prima ha picchiato con forza il calcio dell’arma contro il finestrino anteriore del lato conducente e poi si è puntato la pistola alla tempia. In realtà quando ha sparato, tre colpi, l’ha fatto mirando alle gomme dell’auto. Non contento a ripreso a picchiare contro il finestrino riuscendo a mandarlo in frantumi a questo punto si è introdotto nell’abitacolo fino a strappare le chiavi dal cruscotto.

In quest’operazione ha perso la pistola, caduta all’interno dell’auto e così il padre della donna ne ha approfittando chiamando i carabinieri. Sul posto sono arrivati gli uomini della stazione di Cislago e del Nucleo radiomobile che hanno recuperato l’arma con il caricatore inserito, il colpo in canna e il cane armato, insomma pronta a sparare di nuovo. In tasca il 49enne aveva un caricatore da 15 colpi identici ad una cartuccia inesplosa trovata accanto all’auto e vicino a tre bossoli dei colpi sparati.

Per lui è scattato l’arresto con l’accusa di maltrattamenti, violenza privata, danneggiamenti.

(foto d’archivio)

26122013

9 Commenti

    • E quale sarebbe la risposta intelligente? Questa mi sembra una giusta osservazione

    • Caro paolo….togli le fette di salame dagli occhi….quando li aprirai, tue chi la pensa come te, sarà troppo tardi!….anche se nel troppo tardi ci siamo già..

  1. La giusta osservazione, secondo me, sarebbe chiedersi tutti quanti perché succedono certi episodi ( da italiani e da extracomunitari indifferentemente) e attuare misure drastiche per evitare che succedano di nuovo.

  2. P.s…..x paolo: se t’informi, ma nn sui giornali che sono al soldo della politica, vedrai che in proporzione sono più gli extracomunitari che delinquono rispetto agli italiani

    • eh si, i killer seriali fuggiti (così come l’omicida della profumiera saronnese) erano extracomunitari…di Corsico

      • Vai a vedere le percentuali tra stranieri e italiani e tra i carcerati quanti sono rispetto gli italiani . La matematica non è una opinione

Comments are closed.