SARONNO – Forza Nuova torna in piazza. Si legge infatti in un comunicato forzanovista

Il weekend precedente le festività natalizie ha visto la “comunità militante del basso varesotto, legnanese e rhodense” impegnata in due distinti appuntamenti di propaganda: sabato 21 in piazza Mercato a Legnano e domenica 22 in piazza Cavalieri di Vittorio Veneto a Saronno.

In entrambe le occasioni è stato possibile sottoscrivere le petizioni “Stop immigrazione”, “Basta eurocrazia”, “Rescue precarity” e “Scienza non mercato”, quest’ultima per la liberalizzazione del metodo Stamina nella cura delle malattie neurodegenerative”. In merito a tale argomento Andrea Calini, membro del direttivo della comunità con delega per il Saronnese nonché candidato sindaco alle comunali 2014 di Rescaldina, sottolinea:”A seguito della sentenza del Tar del Lazio invalidante la faziosa commissione ministeriale incaricata a giudicare il Metodo Stamina il sistema messo alle corde ha tirato fuori gli artigli: nella mattinata del 17 dicembre due nostri militanti romani sono stati arrestati per aver difeso in un corteo gli aderenti al movimento Pro-Stamina, fra cui diversi non deambulanti, da una violenta carica delle forza dell’ordine inoltre a seguito di diverse indagini della magistratura si sono distinte due diverse forme di giudizio: mentre in un recente passato diversi giudici, contraddicendo coraggiosamente i blocchi governativi, hanno permesso a malati di sottoporsi alle infusioni di cellule mesenchimali altri, con una a dir poco preconcettuale vocazione politica hanno indagato Vannoni e il suo staff negando di fatto la più limpida evidenza, bendandosi davanti a tutti i benefici reali che Stamina ha procurato ai pazienti in cura; il tutto pompato ad hoc dalla disinformazione. L’unica verità a cui noi crediamo è che nel campo delle malattie neurodegenerative Stamina è l’unica cura con cui si ottengono concreti giovamenti; è che i farmaci diffusi con così tanta disinvoltura da Big Pharma non sono altro, dati alla mano, che dei palliativi, degli accompagnatori alla morte e dietro la sofferenza di decine di migliaia di persone c’è un business al quale essa non certo vuole rinunciare; è che lo Stato vuole bloccare Stamina ma allo stesso tempo finanzia a suon di milioni di euro dei contribuenti la ricerca sulle cellule embrionali che diversi rapporti internazionali hanno categoricamente bocciato a causa del concreto provocare, se infuse, di instabilità cromosomiali e addirittura, in taluni casi, di forme tumorali.

Forza Nuova, fin da subito e senza esitazione, ha scelto di lottare a fianco del movimento Pro-Stamina, questo è un momento difficile ma siamo sicuri che la causa trionferà.

Prosegue Calini:”Un ottimo successo ha riscosso la diffusione, sotto forma di petizione popolare, del progetto “Rivoluzione adesso!” tramite il quale il movimento chiede la convocazione immediata di nuove elezioni con sistema proporzionale puro, il blocco retroattivo di tutti i provvedimenti esecutivi di Equitalia, l’impignorabilità della casa, il congelamento del debito pubblico nel quadro del ritorno alla sovranità monetaria, la Nazionalizzazione della Banca d’Italia e il ritorno alla lira”.

Prossimo appuntamento oggi, sabato 28 dicembre a Legnano in largo Seprio dalle 15 alle 19, con l’ennesimo appuntamento propagandistico forzanovista.

281213