SARONNO – Ieri sono stati superati gli ultimi ostacoli burocratici e la giunta guidata dal sindaco Luciano Porro ha dato il disco verde ai fuochi dal tetto del palazzo comunale per la notte di San Silvestro.

Sarà un’iniziativa a costo zero per le casse comunali, perché l’evento è sponsorizzato dal ristorante giapponese Wu coadiuvato dal titolare dell’armeria Libo Sport di Solaro.

“Tutti i giochi pirotecnici che verranno accesi sono a norma di legge e certificati – spiega Alberto Paleardi deus ex machina di quest’iniziativa – non si tratta né di botti né di petardi”.

Paleardi, presidente della commissione Lura non nasconde la propria soddisfazione per l’ottimo risultato ottenuto con una vera corsa contro il tempo e la burocrazia: ”Dopo circa 10 anni chi resta in città per la notte più lunga dell’anno avrà a disposizione un diversivo e un’occasione per scendere in piazza a scambiarsi gli auguri”. E conclude: ”Sarebbe stato bello poter organizzare anche un po’ di musica, ma il tempo è stato tiranno. Non è detto che se tutto andrà bene non si possa organizzare l’ accoppiata dei  giochi pirotecnici con uno spettacolo musicale per l’ anno prossimo”.

31122013

15 Commenti

  1. Meno male che è finita la crisi!!!???Ora anche i cani e gli altri animali domestici possono stare tranquilli perché è tutto a norma anche i giochi pirotecnici non ci saranno botti ma solo luce….e non essendoci spettacoli in piazza tutti i cittadini della città di Saronno(città dormitorio)dopo venti o al massimo quarantacinque minuti potranno iniziare il nuovo anno andando a dormire nelle rispettive tane…buon letargo…

  2. . . .” Il tempo è stato tiranno”. . . Ma è da centinaia e centinaia di anni che capodanno si festeggia sempre lo stesso giorno!!!!. Se ne ha di tempo x organizzare….

  3. L’anno scorso la Lega Nord denunciò il fatto dei fuochi pirotecnici per il capodanno cinese. Quest’anno per evitare polemiche col capodanno cinese trova negli stessi asiatici lo sponsor per lo spettacolo pirotecnico del Comune di Saronno. Tempi che cambiano.

  4. Se avrebbe chiesto il permesso per i fuochi nel suo ristorante non gli sarebbe stato concesso quindi si e mosso con astuzia passando la cosa come una donazione .
    Ennesima figuraccia per questa giunta.

        • Ennesimo commento volto solo a criticare qualsiasi cosa facciano. Personalmente non sono un amante dei fuochi ma a differenza dei “botti” sono uno spettacolo gradevole per chi festeggia il capodanno. Sono riusciti a riavere un minimo di fuochi per la gente a costo zero e ancora si critica. Se non li avessero fatti immagino che la critica era la stessa. Continuare a criticare anche quando non c’è ragione di farlo fa perdere credibilità.

          • Non critico il fatto di aver fatto i fuochi , non ho le fette di salame sugli occhi come voi che credete al costo zero e ringraziate Paleardi se devo ringraziare qualcuno ringrazio l’imprenditore cinese che con astuzia e riuscito a fare i fuochi senza “invece di chiedere un permesso ha pagato i fuochi al comune”
            Buon anno povera Saronno ti voglio diversa come una volta

          • Bravo ?non è riuscito a organizzare un po di musica e la promette per l’anno prossimo.Ha messo di tasca sua qualcosa? Saronno non ha una vista mozzafiato per fare i fuochi ci sono troppi palazzi i fuochi li vado a vedere alle sagre estive nei paesi vicini.

  5. Paleardi bravo. Non tutti possono trascorrere capodanno alle Seychelles o a St. Moritz, per una volta – dopo tanti anni – c’è stato qualcosa anche in centro a Saronno, ed a costo zero per la collettività. Come si possa criticare pure questo mi appare incomprensibile. Oppure le critiche sono opera di tutti quelli che per anni non hanno mosso un dito per animare la nostra città?

Comments are closed.