SARONNO – La pioggia non ha fermato gli amanti degli animali che puntualmente oggi pomeriggio alle 15 si sono ritrovati davanti al borgo contadino per la tradizionale benedizione di cani ed altri animali di compagnia della sagra di Sant’Antonio. Tanti i meticci, alcuni avvolti in cappottini multicolori che con i padroni hanno atteso la benedizione di don Alberto Corti. Presente anche un simpatico coniglio.

Tanti anche i saronnesi in coda anche per far benedire vetture e moto: “La prudenza e il rispetto per gli altri utenti della strada – ha ricordato ad automobilisti e centauri don Alberto – non deve però mai venir meno, anche se Sant’Antonio veglia su di noi e sulla nostra auto”. Tante anche le bancarelle che hanno invaso via Concordia e via D’Annunzio che, nonostante la pioggia che ha continuato a scendere senza sosta per tutta la giornata, hanno proposto dolci e i tradizionali “fioroni” di Sant’Antonio. “Purtroppo il tempo ha un po’ rovinato la festa – conclude Giacomo Palumbo portavoce degli organizzatori – ma abbiamo rispettato tutto il programma anche perchè quella della sagra è una tradizione antica che si rinnova anno dopo anno incurante delle condizioni meteo”.

2 Commenti

  1. benedire gli animali, nulla da eccepire – benedire le auto è triste rito pagano, meglio benedire gli attraversamenti pedonali, lì si che serve l’intervento divino

Comments are closed.