25012014 sequestro fiori plSARONNO – Dal grosso catino di plastica nero in cui erano esposte davanti al cimitero di via Prampolino ai vasi degli altari della Comunità pastorale Crocifisso  risorto: è il traslocco delle 80 rose sequestrate dalla polizia locale sabato pomeriggio.

Nel corso di uno dei tanti controlli contro gli abusivi, poco dopo le 16, gli agenti si sono accorti della presenza di un venditore irregolare davanti al cimitero di via Prampolini dove l’uomo vendeva rose di svariati colori. Alla vista degli agenti lo straniero si è dileguato e ai militari è rimasto solo il vaso con un’ottantina di fiori. I vigili hanno portato il contenitore in comando e qui hanno completato le pratiche burocratiche per il sequestro.

Tecnicamente i fiori, trattandosi di emrce deperibile, avrebbe dovuto essere distrutti è stato deciso di donarli alla Comunità Pastorale. Non è la prima volta che i prodotti sequestrati diventano solidarietà: spesso le cassette di verdura sequestrate al mercato, se di buona qualità vengono distribuite ad istituzioni religiose. 

A Ceriano Laghetto il sindaco Dario Cattaneo ad ottobre dopo un sequestro ai danni di venditori abusivi davanti al cimitero ha deciso si utilizzare i fiori sequestrati per ornare le lapidi spoglie.