SARONNO – Il 39enne pugliese che la notte fra lunedì e martedì ha cercato di svaligiare il bar Kiraly è stato processato ieri per direttissima al tribunale di Busto Arsizio: è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione. Doveva anche rispondere del furto del furgone Citroen con il quale era giunto sul posto, in via Filippo Reina a Saronno.

04022014 ladro nascondino saronno (2)

L’uomo, originario di Bitonto, ha molti precedenti penali, e questo ha senz’altro influito sull’entità della pena.

A Saronno era arrivato alle 4: aveva forzato il cancello sul retro dela palazzina dove c’è il Kiraly, era entrato col furgone dal quale aveva preso la scala usata per raggiungere la piccola finestra del bagno del locale. L’aveva rotta con un martelletto ed era entrato ma il rumore aveva spinto alcuni condomini a contattare il 112. I carabinieri avevano sorpreso il ladro nella cucina del bar, dopo che aveva giò aperto il registratore di cassa asportando circa 200 euro, che sono stati recuperati. La refurtiva è stata restituita al titolare del Kiraly, il furgone al proprietario, a Nerviano.

Dopo il processo, il pugliese è tornato nel carcere di Busto Arsizio.

060214

1 commento

  1. Nessun commenti sulla sicurezza e la legalità? Strano, forse perchè a commettere il reato non è stato un immigrato…

Comments are closed.