carabinieri stazione  (2)CARONNO PERTUSELLA – Nuovo provvedimento restrittivo, gli è stato notificato in carcere a Busto Arsizio dove già si trova, per uno dei tre tunisini arrestati il mese scorso dai carabinieri per una serie di rapine ai danni di passanti vicino alla stazione ferroviaria centrale saronnese.

In questo caso si parla però dell’episodio avvenuto il pomeriggio del 6 novembre 2013 sul treno Saronno-Milano quando un gruppo di nordafricani spintonò uno studente di Novate Milanese, sedicenne, per rubargli l’Ipod. Scesero quindi alla stazione di Caronno Pertusella, il derubato provò ad inseguirli ma gli venne spruzzato sul volto dello spray al peperoncino, e infine gli fu scagliato contro l’Ipod stesso. Già nei giorni scorsi i carabinieri avevano inviato un resoconto alla procura dei minori, che adesso ha disposto il provvedimento d’arresto nei confronti di uno dei tre tunisini delle rapine a Saronno: quando avvenne l’episodio di Caronno aveva ancora, per pochi giorni, 17 anni e quindi la competenza sulla vicenda è appunto della procura dei minorenni milanese.

Il ragazzo straniero deve rispondere di concorso in tentata rapina, violenza e lesioni personali.

160214