dario galliSARONNO – La Provincia di Varese “salva” la sede distaccata del liceo di Luino, a Laveno mentre si attendono decisioni riguardo al distaccamento dello scientifico “Grassi” di Saronno, per il quale l’ente provinciale non intende più pagare il costo dell’affitto e delle utenze.

In una nota della Provincia si fa riferimento a Luino e Laveno:”Il commissario provinciale, Dario Galli, si è intrattenuto con la dirigenza scolastica, i rappresentanti degli studenti e dei genitori, illustrando i programmi della Provincia per la sede di Laveno, di cui intende assicurare la continuità come liceo, naturalmente se le richieste di iscrizione alle classi prime saranno sufficienti. Il commissario straordinario Galli ha sottolineato che l’edificio ha una struttura adatta a ospitare “laboratori leggeri” e aule didattiche, così come si presenta oggi, ma che per il suo carattere storico e per la sua conformazione non è adatto a interventi massicci di ristrutturazione per permettere la creazione di un istituto alberghiero così come precedentemente ipotizzato. Considerando però che le spese di gestione di un edificio scolastico devono essere ottimizzate, si può pensare di ospitare un altro indirizzo di studi per le sole lezioni d’aula. In conclusione, le parole del ommissario Galli e del sindaco Graziella Giacon confermano la volontà di mantenere l’offerta liceale per la città di Laveno e l’intero comprensorio, ribaltando le premature voci e le considerazioni che volevano a breve il liceo chiuso e sostituito da altro indirizzo scolastico”.

170214

3 Commenti

  1. Galli, non tagliare il liceo di Saronno, tanto a Giugno te ne devi andare comunque!!!

  2. ma chi se lo prende, se va bene, al massimo, torna a fare il sindaco per la Lega Nord in un paesino delle valli.

Comments are closed.