SARONNO – “Luxuria, iniziativa inutile e non se la prenda con Putin”: questo il punto di vista di Luciano Silighini Garagnani di Saronno 2015 su una delle notizie del recente weekend “olimpico”, ovvero il fermo dell’ex deputato italiano a Sochi, in Russia, da parte della polizia.

Un pensiero va per forza a Vladimiro Guadagno in arte Vladimir Luxuria che ha pensato bene di andare in Russia sventolando una bandiera con la scritta in cirillico “Gay è ok”. Risultato: arrestato. Utilità per la causa gay che persegue: zero. Vladimir deve sorridere pensando che in Russia gli è permesso circolare liberamente nonostante le sue scelte sessuali, al contrario di Paesi islamici dove verrebbe lapidato o comunisti dove verrebbe incarcerato. Sorrido invece io pensando a quando già deputato di Rifondazione comunista che partecipava a convegni sotto la bandiera rossa raffigurante Ernesto Che Guevara che, per chiunque sappia la storia o sia in grado di navigare in internet, è stato il più grande persecutore di omosessuali al mondo, facendoli prendere casa per casa e deportandoli in campi dove sotto tortura morivano. Talvolta studiare un pò e dedicarsi ad azioni più utili al prossimo fa più bene che svolgere azioni inutilmente provocatorie.

170214