balto cane antidroga carabinieri (4)ORIGGIO – Andava in cerca di droga nei boschi del Saronnese? I carabinieri la pensano così e infatti hanno consegnato il foglio di via obbligatorio ad un operaio 58enne di Rho che nel pomeriggio una pattuglia ha sorpreso mentre usciva da una stradina sterrata che dalla campagna conduce nella zona industriale origgese.

L’uomo, che non è stato trovato con la droga, non è però evidentemente riuscito a fornire spiegazioni convincenti alle forze dell’ordine che ritenendolo un potenziale cliente degli spacciatori che talvolta si appostano nella zona, gli hanno notificato il foglio di via, puntualmente emesso dalla questura di Varese senza il cui permesso il rhodense non può ritornare ad Origgio (dove non ha amico, parenti o legami di lavoro), per un periodo di tre anni, senza lo specifico permesso del questore.

Nella zona i controlli dei carabinieri sono molto frequenti ed hanno già portato, gli ultimi tempi, alla consegna di numerosi fogli di via nei confronti di giovani e meno giovani recatisi da quelle parti per acquistare sostanze stupefacenti.

(foto archivio)

270214

7 Commenti

  1. quindi basta camminare in quella zona che si diventa criminali?? io mi preoccupo perchè giro dappertutto in bici e non vorrei passare per un uno spacciatore senza droga o un drogato senza droga!!

  2. figlio di via?? Ma li rileggete gli articoli? Ogni volta leggerli è uno strazio…

  3. Secondo me non è giusto infliggere queste pene (è quello che sono…) senza avere fatto nulla.

    • Stia tranquillo che tali pene non vengono inflitte senza aver fatto nulla. Non credo che perché trovano un tizio qualsiasi in zona gli appioppano il foglio di via. Io giro spesso per boschi e parchi a fotografare e non ho mai avuto problemi, ma mi fa piacere sapere che le forze dell’ordine ogni tanto controllano, perché in certe zone c’è davvero bisogno di dare una bella ripulita in tutti i sensi. Ritengo più probabile che il suddetto soggetto era già noto alle forze dell’ordine e segnalato come compratore o reati annessi.

Comments are closed.