08032014 Cristina D'Avena ritrova mamma smarrita DEFISARONNO – Non è mancato un fuoriprogramma durante l’esibizione di Cristina D’Avena al Carnevale saronnese. Mentre la cantante più amata dai piccoli si esibiva una bambina, Amina, seduta sul palco si è accorta di aver perso di vista la mamma da molto tempo. Così ha iniziato a piangere.

Lacrime che non sono sfuggite alla cantante che, ha sospeso il concerto e ha chiamato la piccola, Amina, accanto a sè. La bambina ha spiegato che la mamma le aveva detto che si sarebbe allontanata da qualche minuto ma che era successo molto tempo prima. Cristina ha invitato mamma Nadia ad andare a prendere la figlia e ha rassicurato la bambina che qualcuno sarebbe rimasto con lei.

In realtà poch minuti dopo in mezzo al pubblico è comparsa mamma Nadia che in lacrime, con l’aiuto di alcuni spettatori, ha richiamato l’attenzione di Cristina che ha mostrato ad Amina la mamma tranquillizzandola.

08032014

11 Commenti

    • gratisse!!! ma che credi, la si sia pagata con veri denari del comune? è carnevale …scherzo! No è …davvero è carnevale! …ma vuoi mettere il divertimento del Luciano e dalla Cecilia: il primo batteva le mani come fosse un bambino , la seconda cantava! …è il massimo della soddisfazione ….GRATIS! ..per loro….

    • I soldi bisogna spenderli anche per il divertimento della cittadinanza. Questo è il mio pensiero.
      Io sono originario della Sicilia e se qua al Nord siete avanti su tante cose…a livello di organizzazione eventi, feste, sagre, ecc. siete veramente ma veramente indietro, in ogni stagione.
      I soldi vanno spesi anche per queste cose!

  1. …curioso come non mai … ma non riesco a trovarvi nell’elenco delle associazioni culturali di Saronno …date un riferimento esplicito circa il vostro statuto …grazie!

  2. Oggi si poteva fare un po’ di “cassa” tra uova e schiuma da barba……non c’era un divieto con tanto di sanzione?????
    Notizia di qualche giorno fa!!!!

  3. c’è sempre qualcuno che deve criticare….se fanno qualcosa quanto hanno speso bla bla bla , se non fanno niente saronno è una citta’ morta…..invece di stare dietro ad una tastiera rimboccatevi le maniche e datevi da fare e aiutate la gente che organizzano questi eventi , rendetevi utili se veramente ci tenete alla citta’ di saronno , altrimenti ogni vostro commento è inutile ( solo politico)
    io da sarunat ho apprezzato molto questa festa anche se ho superato gli anta

    • avendo superato gli anta non una volta ma già due e in procinto di superarli anche per la terza volta e …..mi son rimboccatole maniche parecchie volte per cambiare Saronno …i tuoi commenti non posso accettarli: qui si parla di denari pubblici, della “mia” mini-imu e se permetti posso anche decidere come venga spesa! …non certo per pagare il gettone di presenza della cristina d’avena …se permetti! Me la sarei risparmiata tutta la sua comparsata con quattro canzoncine. Probabilmente caro castegnatt sei rimasto nel paese delle favole che la Porro & Co.(-1) hanno promesso nel 2010, o forse in quello dell’isola che non c’è, ma …..pinocchio dovresti rileggertelo tutto e poi accettare le critiche!

      • devo farti i complimenti se ti sei veramente rimboccato le maniche parecchie volte ma il tuo commento , che mi sembra piu’ sul politico e qui dovresti rivolgerti al magna magna di roma , mi sembra un po’ “acido”
        figli o nipoti non ne hai ? devi necessariamente far pesare su di loro tutte le ruberie che hanno fatto sia a destra che a sinistra ? o i bambini dobbiamo portarli a Rovellasca , ceriano,ecc ecc , sempre se uno puo’, per farli divertire a carnevale ?
        torno a ripetere : non fanno niente saronno è una citta’ morta , fanno qualche manifestazione c’è sempre qualcuno che deve criticare

      • Facciamola morire sta città…niente eventi niente di niente. Mavvààà. Ogni tanto fa bene spendere i soldi anche così!

Comments are closed.