SARONNO – Il big-match della settima di ritorno in Terza categoria, la sfida fra Amor sportiva e Robur Legnano che valeva il secondo posto in classifica, è stata decisa domenica da un calcio di rigore al 7′ minuto, al centro sportivo di via Trento.

Federico Rubino ha usato la sua arma migliore, quella della velocità, e si è involata nell’area avversaria, a stargli dietro soltanto il legnanese Giorgio Bianchi che alla fine lo ha atterrato: l’arbitro Fabio Mameli non ha avuto dubbi a decretare il rigore, nettissimo, poi trasformato da capitan Basilico, che con una finta ha spiazzato il portiere ospite, Stallone.

La Robur ha quindi provato a premere, l’Amor si è difesa con ordine e poi è salito in cattedra il portiere di casa, Giacomo Gambino, che ha parato tutto compresa l’occasione più nitida costruita dai roburini quando al 22′ sugli sviluppi di un corner Drekaj in mischia ha battuto a colpo sicuro ma Gambino ha respinto in tuffo.

Sara Giudici

Amor sportiva-Robur Legnano 1-0
AMOR SPORTIVA: Gambino, Caimi, Riillo (13′ st Mura), Vailati, Balzarotti (24′ st Vago), Boschetto, Marzullo, Feudo (38′ st Messina sv), Ceriani (17′ st Banfi), Basilico (43′ st Rubino M. sv), Rubino F. A disposizione Monti, Piras. All. Zicarelli.
ROBUR LEGNANO: Stallone, Peraro, Donà, Bianchi M., Bianchi G., Candiani, Paladino, Gagliotti (15′ st Nosè), Qaku, Drekaj, Tridico (28′ st Pitaro). A disposizione D’Onofrio, Bara, Barlocco, Lavazza, Russo. All. Amendolara.
Arbitro: Mameli di Legnano.
Marcatore: 7′ pt Basilico (A) (rig.).

090314