SARONNO – Luciano Silighini Garagnani ha firmato il “contratto con i saronnesi”: lo ha fatto lunedì a mezzogiorno, simbolicamente in piazza Libertà, nel centro cittadino, appoggiando il proprio programma elettorale sulle mattonelle del piazzale e sottoscrivendolo davanti ai giornalisti.

“Dieci punti, se diventerò sindaco alle elezioni dell’anno prossimo mi impegno a mantenerli tutti e se non sarà così non solo me ne andrò da Saronno ma al termine del mio mandato rimborserò anche i saronnesi, un euro a testa: fanno 38 mila e 600 euro” ha assicurato l’esponente del comitato Saronno 2015.

Ecco in versione integrale il documento sottoscritto da Silighini.

1 – Devoluzione dello stipendio del sindaco: il mio stipendio mensile andrà totalmente a coprire un fondo destinato ai cittadini bisognosi, disoccupati, senza casa e che a fatica riescono ad arrivare alla fine del mese

2 – Abolizione dei parcheggi a pagamento per le donne: ogni residente nel Comune e intestataria di un’auto avrà un “bollo rosa” da applicare sulla propria auto che permetterà di parcheggiare gratuitamente in ogni striscia blu del Comune. A ciò si aggiunge la riduzione del 50 per cento dei “parcheggi blu” a pagamento.

3 – Sicurezza: rordino del corpo di polizia municipale con aumento del numero di unità e miglior distribuzione sul territorio con creazione del turno serale. Telecamere di sicurezza in vari angoli cittadini. Attivazione pratiche per apertura comando di polizia di Stato, potenziamento caserma dei carabinieri e della finanza.

4 – Pulizia cittadina: creazione di quattro turni di pulizia strade, parchi e “svuota cestini” durante la giornata: ore 6, ore 14, ore 19.30, ore 24.

5 – Viabilità: rivedere totalmente la circolazione cittadina con alcune vie in senso unico e pista ciclabile al fianco di ogni arteria cittadina in modo che Saronno possa essere percorsa in tranquillità in bici. Semafori funzionanti 24 ore al giorno. Mantenimento dei 30 all’ora solo in alcune zone cittadine.

6 – Centro cittadino: liberalizzazione degli orari serali di apertura dei locali. Piazza De Gasperi abbellita con “park bimbi” e centro “bazar” per i venditori stile “Portobello road”, abolizione tasse comunale per i 5 anni ai negozianti che apriranno un’attività nella piazza De Gasperi e nelle altre zone abbandonate della città.

7 – Aree dismesse: richiesta bonifica delle aree ai proprietari e se non lo fanno, avviare richiesta di esproprio e consegna delle aree ad aziende private per la realizzazione di progetti occupazionali e di introito e rivalutazione per la città (Parco Peppa Pig, Centro giovani e altro).

8- Casa: mappatura case comunali in disuso con immediata assegnazione degli appartamenti alle famiglie italiane bisognose che ne hanno fatto richiesta.

9 – Reddito: creazione “buono comunale”. Un buono sulla tipologia della “moneta civica” o semplicemente dei “buoni sconto”. Ogni cittadino italiano residente a Saronno avrà la possibilità di usare questo buono mensile pari a 50 euro per fare spese in alcuni negozi convenzionati della città. Gli stessi negozianti a loro volta potranno usarlo per acquistare altri prodotti “saronnesi”. Nessun rimborso ma attivazione del meccanismo del “baratto cittadino” rafforzando così il mercato commerciale locale e facilitando la possibilità di “vita decente” per molte famiglie italiane saronnesi.

10 – Immagine cittadina: con il recupero delle aree e la creazioni di luoghi per i bambini, per i giovani, per gli anziani si rafforzerà l’immagine della città e a ciò affianchiamo un recupero di tutto ciò che rappresenta Saronno nel panorama nazionale. Il nome dell’Amaretto, dei biscotti, tornerà a essere legato al marketing cittadino con attività ludiche, storiche per ricordare le nostre tradizioni. Nello sport si investirà a livello di immagine sulle squadre cittadine e si avvieranno le pratiche per far si che anche l’Fbc Saronno, con marchio attualmente di proprietà comunale, possa tornare a calcare lo stadio cittadino creando una rete di imprese sponsor che saranno attratte verso la città dalle nuove aree recuperate.

010414

29 Commenti

  1. si arriva all’assurdo!!!e i soldi per tutte queste “belle” iniziative dove li trova il signor Silighini?

  2. E adesso i vari personaggi detrattori che dicono ? Ihih l’unico con idee e progetti concreti

  3. Divertentissimo! Vien voglia di vederlo sindaco per vedere i dani che combina… Comnque complimenti per l’articolo, quando si parla di Silighini è sempre la fiera del nulla, almeno questa volta è cabaret puro.

  4. Cari compagni detrattori i soldi ci sono e devono essere spesi meglio di come li hanno spesi le varie giunte passate comprese quelle vostre! E nei progetti di Silighini se sapete leggere vedere che più che spese si parla di miglior distribuzione dei fondi. Silighini numero 1!!!!

    • Caro Giuseppe .Di che “vostre” parli visto che sei di cdx ? Ti dimentichi di specificare l’importo effettivo visto che affermi esserci “i soldi” .Se le varie giunte , come dici, li hanno spesi….. accordati con te stesso

  5. Un programma che è una raccolta di buffonate di uno che poco sa di amministrazione pubblica.
    Una per tutte. L’esproprio suggerito, delle aree dismesse, va fatto ai prezzi di mercato dell’area (non è più come 50 anni fa che si espropriava a 100 lire al mq). Si tratta di milioni e milioni di Euro che il Comune dove va a reperirli? E poi bisogna bonificare: dove sono le risorse?

    • Aggiuno. L’espriono non solo fatto a prezzi di mercato ma , alla firma, ereogato, al proprietario, subito l’80% dell’importo..complessivo .

  6. Cittadino impara il regolamento aggiornato al 2013 che obbliga i proprietari a bonificare le aree e autorizza gli enti amministrativi ad espropriare tutto purchè ci sia un progetto statale o PRIVTO di recuper dell’area. So che siete burocrati fermi al muro di berlino ma il mondo cambia intorno a voi

    • Che io sappia la legge dice cosa diversa:
      – primo la proprietà è obbligata a mettere in sicurezza l’area se l’inquinamento o il deterioramento può portare danni a terzi, pubblico compreso, lì la proprietà è obbligata a intervenire, credo per altro con implicazioni penali oltre che civili.

      – Secondo ha un obbligo di bonifica dell’area stessa solo qualora volesse riutilizzarla e quest’obbligo è in relazione alla destinazione d’uso…

      Ma che il pubblico possa spropriare a partire da un presunto inquinamento dell’area, sarebbe bello, ma non sta nella legge.

    • E’ forse il regolamento della tua città-Genova- in cui risiedi …L’esproprio deve avvenire per motivi chiari e incontestabili …. il pagamento al proprietario è secondo prezzi correnti e all’80% come prima tranche . Lo confermo per esperienza personale

  7. L’avevo presa sul ridere, perchè non mi sembrava cosa seria, uno che si inginocchia in una piazza deserta e firma un contratto con i Saronnesi… Seguito solo da Il Saronno, ma se parliamo di cose serie vediamo in cosa consiste il contratto ?

    Punto 1- Quasi tutti gli amministratori attuali, Sindaco compreso non precepiscono, per scelta, il loro emolumento, lasciandolo al comune. Personalmente ritengo sbagliato che un SINDACO di una cittadina mantenga durante il mandato il suo lavoro, rischia di fare male il sindaco… Ma è peggio la demagogia del Silighini.
    2- Bravo Silighini: al posto di incentivare la mobilità dolce, ciclopedonale, favoriamo l’ingresso in centro di tutte le macchine possibili… I polmoni dei saronnesi ti saranno grati.
    3- Esiste un patto di stabilità che non decide il singolo comune ma al quale tutti i comuni devono adeguarsi: prevede il blocco delle assunzioni pubbliche ! Che il nostro si informi.
    4- Come sopra: i contratti con Econord o equivalente si pagano !! Provi a chiedere cosa vuol dire ECNOMICAMENTE quattro turni di pulizia… Poi provi a batter moneta una volta sindaco (suggerisco il Silighino di latta) e a risolvere così ogni problema.
    5- Anche dal letame nascono i fior, recitava una vecchia canzone di De Andrè, in effetti con intelligenza e poco di più, sulla viabilità ciclopedonale si potrebbe fare molto più di quanto questa giunta ha fatto…. Ma che sia nel programma del nostra forse è un caso.
    6- Siamo al delirio ma sorvoliamo, solo una: la liberalizzazione dell’apertura c’è ma il problema è che i locali chiudono alle 20,30… Quasi tutti… Grazie anche alla paura seminata a piene mani tra la gente dalla destra cittadina, di cui il nostro fa parte.
    7- Non aggiungo nulla a quanto scritto da altri, solo che Silighini non sa di cosa sta parlando.
    8- la mappatura è già esistente, meno gli appartamenti agibili da asegnare, che non ci sono… Forse bisognerebbe parlare di politca degli affitti e del patrimonio privato che viene tenuto sfitto… Ma questo è scomodo per Silighini.
    9- Il buono comunale ? Sempre con il Silighino di Latta… Come altrimenti ? Secondo quanto scritto sarebbero 50 euro per circa 3900 Saronnesi (circa il 10% della popolazione, media sulla sofferenza economica attuale nel nostro paese) 3900 x 50 = 195.000
    al mese x 12 mesi = 2.3450.000 annui… Ammettiamo che la formula del baratto abbatta il costo reale delle merci finali del 50% (cosa insperabile) rimane 1. 172.000 euro l’anno… Silighini sa di quant’è il bilancio annuo del comune e come sono ripartite le voci di spesa ?
    10- Ok un pò di scena….

    Silighini come Berlusconi, “contratti con” fatti di roboanti promesse da essere dimenticati appena eletti.
    Ora sinceramente era meglio pensare che fosse solo cabaret o no ?

    • Tutto estremamente condivisibile… ma un po’ logorroico. Quasi come il “Siligo” nazionale.

    • Egregio Lentiacontatto, al punto 1 afferma che il sindaco lascia il suo emolumento al Comune.
      Niente di più falso. Basta vedere sul sito del comune Amministrazione Trasparente.
      Il sindaco guadagna 100 mila euro lordi per la sua professione ed ha un imponibile di 125 mila euro a valle delle detrazioni. Appare lampante che percepisce i 45 mila euro lordi del CUD emesso dal Comune.
      A Bilancio, poi, i soldi per gli emolumenti a sindaco ed assessori ESCONO e non rientrano.
      Basta con questa propaganda di sinistra!

  8. Caro Lenti a contatto, sulla Prealpina di oggi a pagina 38 (in alto a destra) c’è l’articolo di Silighini che firma in mezzo alla piazza. Sono pronto a scommettere che ci sarà anche venerdì sul Notiziario e sulla Settimana. Sarà felice la redazione de ilSaronno di prendere atto che lei legge solo questo giornaletto online… personalmente da un commentatore della sua caratura mi aspettavo di più… la stampa locale è ben altro…

  9. La sinistra attacca perché ha paura e Silighini tocca i temi del popolo! Lui è la risposta alle battaglie che erano della sinistra sul popolo! Forza silighini non mollare

  10. Semplicemente ridicolo.
    Ancora una volta il tentativo di copiare qualcosa già fatto, con altra portata, e con risultati discutibili, da altri (oggi il referente del suo circolo:Silvio).
    Amministrare una città va ben oltre le proposte fatte da Silighini, che sembrano solo populiste e poco attente alle regole, anche quelle legislative.
    Soprattutto se si vuole che la città torni ad essere il grande Centro comprensoriale di qualche anno fa (ma Silighini allora non c’era e forse non sa cosa vuol dire) occorre ben altro. Fare economia, dare opportunità di lavoro, promuovere le iniziative dei giovani, fare cultura d’impresa non sono solo parole. Silighini dovrebbe cominciare ad apprenderle.

  11. Abolizione dei parcheggi a pagamento per le donne: ogni residente nel Comune e intestataria di un’auto avrà un “bollo rosa” da applicare sulla propria auto che permetterà di parcheggiare gratuitamente in ogni striscia blu del Comune. A ciò si aggiunge la riduzione del 50 per cento dei “parcheggi blu” a pagamento

    ma che sono le donne? delle minorate che hanno bisogno del parcheggio gratis? un po’ anacronistico visto tutte le battaglie che hanno combattuto per la parità….oppure vuole fare come i locali che per attirare più fanciulle le fanno le riduzioni? mah….

  12. Luciano silighini è un idolo e unico con idee e progetti vicini a noi cittadini voi non avere fatto nulla per la gente andate a casaaaa

  13. Come riduzione dei parcheggi blu a pagamento??? Chi usa ancora la macchina in città, nel 2014, deve PAGARE!!!!
    Ormai ci sentiamo legittimati per qualche diritto che stà scritto chissà dove ad arrivare con il nostro bel SUV ad 1 metro dalla nostra destinazione. C’è gente che gira per Saronno per 20 minuti (consumando diversi euri in benzina) pur di non mettere la macchina in un parcheggio a pagamento e tirare fuori un benedetto euro per 60 minuti.

    Siamo un popolo di capre.

  14. E comunque un euro per ogni saronnese sono 39 mila 275 caro Silighini, non 38 mila e 600!!! Già iniziamo male!!!

  15. Il nostro programma elettorale è ben altra cosa:
    1) le aree dismesse rappresentano un’immagine storica della città, resteranno lì dove sono e se possibile aumenteranno di numero. Il Colosseo a Roma lo bonificano?
    2) I parcheggi aumenteranno, saranno gratuiti e sovrasteranno lem zone verdi e sporche di Saronno;
    3) Il nostro candidato sindaco aumenterà il proprio “riconoscimento economico” per via di un susseguirsi di figli illegittimi che stanno venendo fuori dall’Europa dell’Est ed esigono essere riconosciuti.
    4) I muri imbrattati verramnno coperti da vernice, a carico dei contribuenti, di colore grigio.
    5) Sarà vietato l’uso della bici, le piste ciclabili verranno usate per parcheggi a “lisca di pesce” (vedi punto 2).
    6) Apriremo un bando sulla speculazione edilizia, chiunque vorrà, senza garanzie, potrà investire nel nostro paese.
    7) La squadra sportiva cittadina verrà rinominata FBC CANTONI SARONNO.

  16. Il sindaco lo prende eccome lo stipendio !! E prende pure quello da medico.. Qui dite falsità apposta o non sapete che la legge sugli espropri è cambiata e un comune può prendere GRATIS ciò che va al servizio della collettività ?

    • #CAPRA TU … hai detto una falsità : ho aviuto un esprioprio di un pezzetto di terreno per opera pubblica : ricompensato, come altri proprietari all’atto della firma della cessione della quasi totalità dell’imporo che ha seguito il valore di mercato !!!!!!!

  17. Un saronnese non dire falsità che ti cresce il naso e pagano i nuovi proprietari

Comments are closed.