saronno collegio castelliSARONNO – Sabato 5 aprile alle 9.15 si aprirà il convegno “Mangiare in…formati: perché alimentarsi adeguatamente oggi?”.

“La giornata – spiegano gli organizzatori – scaturisce dalla riflessione sul valore e l’importanza dell’alimentazione nel nostro tempo, in piena sintonia con tutta la tematica che sarà sviluppata dall’Expo 2015. Si intende diffondere la consapevolezza sulla necessità di una corretta e sana alimentazione sia in termini qualitativi che quantitativi, sottolineando che la necessità di soddisfare integralmente i bisogni alimentari dell’essere umano può avvenire nel rispetto della dignità degli individui e del sistema naturale in cui sono inseriti”.

L’evento si articola in due momenti: in primo luogo l’intervento degli esperti per presentare un’innovativa filosofia culinaria, emersa negli ultimi anni, mirata alla realizzazione di tecniche e ricette che siano in grado di far “dialogare” le linee guida nazionali e internazionali sulla corretta dietetica e nutrizione con prescrizioni dietetiche, bilanciate dal punto di vista nutrizionale, ricche di colore e di gusto, appaganti dal punto di vista visivo e sensoriale. Inoltre verranno dati dei suggerimenti per cogliere eventuali segni di disagio alimentare che a volte nascono negli adolescenti.

In secondo luogo gli alunni dell’Istituto Alberghiero “Castelli” di Saronno, in collaborazione con le Associazioni aderenti, saranno protagonisti nella realizzazione di laboratori attinenti i diversi aspetti dell’alimentazione: i visitatori, piccoli e grandi, potranno partecipare in modo interattivo gustando assaggi di cibi sani e naturali.

“La giornata – spiegano dal Castelli – si rivolge a tutti coloro che intendono fare un viaggio nella sana alimentazione”. L’evento vedrà la partecipazione di Anna Maria Vinci che affronterà il tema “Alimentazione e qualità sensoriale”, Milena Colzani su “Dalla giusta alimentazione al giusto peso: il punto di vista del nutrizionista” e Denise Amiens “Dalla giusta alimentazione al giusto peso: il punto di vista dello psicologo”.

04042014