SARONNO – Una pagina Facebook con un logo elegante e ricercato, qualche settimana di annunci per creare un po’ d’attesa e ieri la presentazione ufficiale con il primo post: così  fatto il proprio debutto lo Stroligh, il blog di controinformazione saronnese.

Semplice ma efficace lo slogan del nuovo spazio virtuale: “Lo Stroligh: vagabondo, forestiero, girovago, scapestrato, piantagrane. Così ci sentiamo“.

Altrettanto diretta anche la presentazione affidata ad un post: “Sempre più forte sentiamo l’esigenza di uno spazio comune, in cui discutere e analizzare ciò che avviene dentro la società in cui viviamo, le dinamiche e le lotte dentro e fuori dalla stessa. Una società che leggiamo e recepiamo con lenti altre e che vogliamo raccontare servendoci di linguaggi, strumenti interpretativi diversi, per comunicare, condividere”.

Chiara la mission del blog: “Non ci interessa sovrapporci all’informazione già esistente: ci interessa proporre un punto di vista, che sarà inevitabilmente il punto di vista delle persone che si trovano a confrontarsi, che accettano e vivono le condizioni del libero pensiero, che rifiutano il pensiero unico, la subordinazione alle ideologie, l’accettazione di un sistema precostituito, necessario, considerato dai più come il migliore dei mondi possibili. Daremo invece spazio a quelle notizie ritenute poco significative da chi ha come interesse prioritario vendere e guadagnare. Non inseguiremo lo scoop, l’ultimissima, non ci saranno capo redattori e correttori di bozze. Non ci saranno nemmeno firme, perché anche un articolo scritto a due mani sarà frutto di una dialettica comune“.

La presentazione si conclude con la spiegazione della scelta di non consentire i commenti: “Abbiamo scelto di disabilitare i commenti a fondo articoli in quanto spesso, al posto che arricchire la discussione e creare un dibattito costruttivo, diventano luogo di sterili invettive e battibecchi. Siamo invece interessati a conoscere le tue impressioni, così come aperti a critiche collaborazioni o contributi, che eventualmente selezioneremo per la pubblicazione: per questo potete scriverci a [email protected]”.

Nelle ultime ore sul blog sono comparsi i primi post: uno sul recente corteo contro la Pedemontana e un altro sullo sfratto a Caronno Pertusella.

23042014

10 Commenti

  1. la notizia positiva è che dal ciclostilato , siamo passati a qualcosa di meno fastidioso e più evitabile. Per il resto , i soliti proclami … stupefacenti .

  2. un blog che nasce senza contradditorio è morto sul nascere.. auguri agli arroganti

  3. Abbiamo scelto di disabilitare i commenti a fondo articoli in quanto spesso, al posto che arricchire la discussione e creare un dibattito costruttivo, diventano luogo di sterili invettive e battibecchi

    Viva la libertà di espressione, dei veri democratici, complimenti per la partenza col botto

  4. Come volevasi dimostrare…
    Avete fatto bene a giudicare da questi primi 4 commenti!!
    Il contradditorio è a mezzo mail, non a mezzo commento/insulto/silighinata

  5. Anche tu Sara dovresti disabilitare i commenti . Qui si offende e basta da fuori la gente resta allibita anche perché spesso si diffama se poi partono le querele chi le prende ?

    • Come abbiamo spiegato più volte, auspichiamo sempre che i commenti siano costruttivi ed interessanti e in ogni caso quelli offensivi ed eccessivi vengono moderati dalla redazione.
      Saluti
      Sara Giudici

  6. Siamo invece interessati a conoscere le tue impressioni, così come aperti a critiche collaborazioni o contributi, che eventualmente selezioneremo per la pubblicazione: per questo potete scriverci qui.

    Questo mancava o non si è voluto completarlo, è come per i giornali se volete scrivete…vale anche per varesenews.it , in casi rari si può commentare

  7. Dai primi post apparsi più che di controinformazione mi sembra di informazione fortemente orientata da una grandissima freccia a sinistra…. 🙂 però in effetti è giusto che ognuno possa dire la sua…se alla gente non sta bene basta non leggere…

Comments are closed.