luciano porro 25 aprile 2014 saronnoSARONNO – Dai tafferugli alle contestazioni sono molti gli elementi del 25 aprile che fanno discutere i saronnesi. Ecco il commento a caldo del sindaco Luciano Porro.

“Il XXV aprile non può e non deve essere questo. Dove sono gli esponenti della destra saronnese, bempensanti e legalitari che hanno contestato il Sindaco per come si è comportato nei confronti di quelli che proprio stamattina lo hanno ignobilmente contestato? Dove sono quelli che hanno gettato fango sul Sindaco cercando falsamente di coinvolgere e accomunare i suoi figli proprio con chi lo ha contestato? Stamattina è stata scritta una pagina triste per la nostra città e per la nostra libertà di espressione proprio nel giorno della Festa della liberazione dal nazifascismo”

25042014

34 Commenti

  1. E cosa c’entra la (desaparecida ovunque, peraltro) destra saronnese? Povero sindaco, davvero non sa più che pesci pigliare

  2. Penso che la pagina triste per questa città sia stata la tua amministrazione in questi anni (parlo al plurale perchè questo episodio ne sancisce la fine).
    Ciao Porro, vai col centrodestra. Loro sapranno volerti bene, lascia perdere la sinistra, non hai idea nemmeno di cosa sia.

    • …no no no il Luciano se lo tengano loro: qui nel centro destra non c’è spazio! … dai però è un mio caro amico e non lo lascio in balia dei “venti”. e rinnovo il mio consiglio: …sei un buon medico di base, quella è la tua missione! …bastano adesso solo poche righe, molla tutto, e ne esci a testa alta, al tuo pari … santa donna, quella che ti sta a fianco, segui i suoi consigli se non accetti i miei!

  3. Incredibile! Non sa che pesci pigliare e tira in ballo la destra! Davvero incredibile!

    • dai su …il conto glielo hanno presentato: non hanno di che pagare …quindi DIMISSIONI!

  4. La resistenza è cosa rossa, l’avete detto sempre voi…..però sarebbe anche ora di spiegare bene le molte nefandezze fatte

  5. Beh! Io ho fatto tardi a venire. Sono stato fermato in centro almeno 6 volte da extracomunitari che con una “leggera arroganza” chiedevano soldi!

    • giusto per evitare la tua disavventura … non ci sono andato proprio: non mi piacciono i funerali!

  6. Ma come?!?! Per anni ci avete riempito di parole come partecipazione, popolo democrazia…. Ecco oggi ha partecipato il vostro popolo! Come sempre molto democratico!

    • …spiace considerare che con quello che è successo oggi tutte queste belle parolone gridate al vento NON ci sono più …volate via!

  7. Mi sento in qualche modo chiamato in causa dalle parole del sindaco Luciano Porro, il quale lamenta l’assenza alla manifestazione di stamattina della “Destra saronnese”. Chiamato in causa, dicevo, perché da qualche settimana sono stato eletto referente della sezione di Saronno di “Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale”.
    Preferisco però proporre alcune osservazioni a titolo personale, senza impegnare con esse il mio partito.
    Desidero dire prima di tutto che non capisco cosa abbia a che fare la lamentata assenza con i disordini che si sono sviluppati e dei quali “Il Saronno” ha dato efficace informazione. Forse che la nostra presenza avrebbe avuto un effetto-calmiere? Non credo proprio.
    Ma forse il Dott. Porro non metteva l’assenza della Destra in relazione ai disordini: egli voleva solo dire che avremmo dovuto esserci, e non c’eravamo. Almeno non c’eravamo ufficialmente, come partito.
    Se è questo il senso dell’affermazione del sindaco, essa merita delle osservazioni più circostanziate. Mi limito però ad esporne alcune in modo succinto.
    E’ indubbio che la festa del 25 aprile non è una festa in cui tutti gli italiani si riconoscono. Ed è così perché precise forze politiche hanno fatto di essa, dal ’45 ad oggi, una celebrazione di parte, una celebrazione “per” ma anche una celebrazione “contro”.
    In secondo luogo – sia detto con rispetto per persone che rischiavano la vita, e che credevano in un ideale – si deve dire che molti di coloro che combatterono nella Resistenza non lo fecero per la “libertà” (metto il termine fra virgolette perché esso nella sua genericità può significare tutto e il suo contrario) ma per sostituire ad una dittatura (quella fascista) una dittatura ancora più dura, cioè quella del comunismo di stretta osservanza staliniana. Questo è il punto della questione che è sempre stato sottaciuto, ma è, a mio avviso, il punto centrale.
    Altri aspetti del problema sono pure rilevanti, ma non voglio rendere troppo prolisso il mio intervento.
    Con l’occasione manifesto al sindaco Porro il mio dispiacere umano per le manifestazioni incivili di cui è stato oggetto.
    Alfonso Indelicato

  8. la dx é stata a casa perché la sx si é inpossessata della ricorrenza; e gliela lasciano. Tanto semplice no?

    • …tanto per quel che vale: …contestazione addirittura dalla stessa sinistra! …che la si abolisca , NON serve più! ..o forse no? A Saronno purtroppo le tensioni sono alle stelle: dai Luciano, fatti più in là, ed escine a testa alta …dimettiti!

  9. la dx non va solo perché si sente vicina alle idee che la Resistenza ha combattuto. Semplice da capire

  10. Ognuno è responsabile di quello che dice e di quello che fa…è quello che rispondeva il sindaco alle contestazioni rivolte contro i leghisti.

    • …mai le tue parole sono di “memore antica”: attuali adesso!
      Oggi Porro ha scritto (per la sua testardaggine!) la pagina più triste di Saronno! …ha solo una via d’uscita (caro amico Luciano, c’è solo quella) …dimissioni!

  11. Ma quante parole inutili, quante frasi vuote pronunciate certo da chi non c’era, da chi non ha vissuto quel periodo ! Quanta voglia più di propaganda politica che di riconoscere i valori della resistenza e la riconoscenza a quei MOLTI che ci hanno lasciato la pelle perché oggi i nostalgici o i disinformati possano liberamente esprimere il loro pensiero! Al posto vostro mi vergognerei !!!

  12. Destra o Sinistra .. la cosa certa è che la Ns. Città ha fatto una magra figura al cospetto del Primo Cittadino di Feltre .
    Negli anni di questa Amministrazione la ricorrenza del XXV Aprile si è trasformata in un corteo di proteste che sono diventate sempre più violente.
    Di questo passo per il 2015 ci si aspettano scontri armati!!!!!
    Che vergogna, lo dico da Cittadino !!!
    Quì non c’entra il colore politico ma il rispetto delle persone!!!
    Quel rispetto che purtroppo oro bisogna prendersi con la forza ma che fino a pochi anni fà era un diritto di ogni cittadino!!
    Cosa aggiungere….. un calororo “grazie” all’Illustrissimo signor Sindaco ed alla Sua “variopinta” Giunta che , inerme , ci ha portato a quasta situazione.
    Magari hanno anche il coraggio di rimproverare i cittadini che non partecipano a quasta Commemorazione……..!!!!!

    • …. quoto in toto il tuo post: è ora di “staccare la spina” e passare la mano….

  13. Dimenticavo….
    Un sentito Ringraziamento di vero cuore (senza sarcasmi) alle Forze dell’Ordine che, come sempre , si adoperano per garantire l’incolumità, anche a rischio della loro , dei cittadini

    • … ri-quoto, …anche questa tua precisazione, ringraziando il Cap. Regina che ha garantito la sicurezza della “cerimonia” che comunque si è svolta senza salire agli onori della cronaca per ciò che si poteva presumere accadesse!

  14. E’ proprio vero che la celebrazione della ricorrenza sta peggiorando anno dopo anno: testimonianza ulteriore è la disaffezione della gente.
    Quest’anno c’erano pochissimi cittadini ad assistere al corteo.
    E non dite che è colpa del “ponte”, c’è la crisi… chi si muove dalla città?

  15. E’ tutto un teatrino, ben orchestrato certamente, ma pur sempre un teatrino.
    Il PD ha già pronto il prossimo candidato sindaco e per togliere a Porro ogni velleità di ricandidatura lo stanno mettendo all’angolo con colpi bassi a ripetizione.

  16. Due considerazioni:
    La ricorrenza. Sicuramente l’anniversario della liberazione ha un enorme valore intrinseco; la sua strumentalizzazione da parte di certi gruppi politici è invece veramente cosa indegna. Giusto lasciarli all’autocelebrazione, almeno così poteva essere pensato fino a qualche tempo fa. Bene hanno fatto gli esponenti del centro destra a disertare il corteo, anche se però ne ho visti alcuni partecipare all’alzabandiera e alla Messa preliminare al corteo, ma non al corteo. Bravi!
    Sindaco disperato: ormai non lo vuole proprio più nessuno, neanche le forze di sinistra che lo hanno eletto. Si stanno ripetendo in continuazione attacchi all’Amministrazione Porro da parte di esponenti e di gruppi di sinistra che avevano messo la loro faccia al momento dell’elezione di Porro. Evidentemenente molto delusi.
    Patetico il richiamo di Porro all’assenza del centro destra al corteo: voleva forse essere difeso dal centro destra contro gli attacchi che provenivano dalla sinistra? Un Sindaco ormai alla disperazione.

  17. oltre il 25 aprile ci sono moltissime altre ricorrenze cittadine: di norma dove sono Assessori e Consiglieri di Maggioranza?
    boh.

    ma il Sindaco cosa si aspettava? di usare ‘la destra’ come parafulmine sperando così di svicolarsi dai disastri che egli stesso ha provocato?
    “chi è causa del suo mal pianga sè stesso”

Comments are closed.