bocediSARONNO – “Sono disposta a fare qualsiasi cosa, la badante o la cameriera, purtroppo non posso alzare pesi per via dei miei problemi alla schiena ma sono pronta a dare il massimo”. E’ determinata e pronta a mettere un annuncio di lavoro sui principali giornali della zona l’80enne saronnese che ha anche chiesto l’aiuto anche dell’associazione Sos Italia Libera presieduta da Paolo Bocedi. 

La donna, che ha chiesto di mantenere l’anonimato anche per non mettere in difficoltà figli e nipoti, vive sola in un appartamento in centro: “Abito a Saronno da 8 anni da quando mio marito è morto. Percepisco una pensione di 852 euro ma ogni mese 500 euro vanno per solo l’affitto. Non riesco mai ad arrivare alla fine del mese. Prima ho usato i miei risparmi, poi ho venduto gli ori e ora sto facendo lo stesso con i quadri che sono tutto quello che mi resta della mia famiglia. Presto finirà anche questa risorsa, per questo devo tornare a lavorare perchè non ho più denaro per mantenermi“.

Anche i figli della donna vivono una situazione difficile: “La crisi rende anche la loro vita difficile e sono davvero dispiaciuta di non poterli aiutare, riesco a stento a comprare un gelato al mio nipotino quando mi viene a trovare“.

“Quando questa saronnese mi ha contattato per la prima volta – racconta Paolo Bocedi – mi ha colpito la sua grande dignità nella ricerca di aiuto. Eravamo al telefono e non avevo capito quanti anni avesse. Quando mi ha detto che era 80enne mi ha colpito un’enorme senso di frustrazione: possibile che una donna che ha fatto la mamma e la moglie, lavorando per una vita debba arrivare a quest’età senza il denaro necessario per vivere dignitosamente? Credo sia una vergogna che il Comune e la città non si possa permettere“.

(foto d’archivio: Paolo Bocedi e in copertina uno scorcio di corso Italia

25042014

5 Commenti

  1. Purtroppo questa situazione sta dilagando in tutta la nostra Nazione. Sono volontario ed ogni giorno le richieste d’aiuto sono sempre più numerose, doniamo da mesi grazie a cittadini vicini all’associazione pasta, riso, pelati e generi alimentari di ogni genere. Famiglie, pensionati e giovani ormai ridotti a chiedere aiuto per sopravvivere. Nessuno ha il coraggio di dire la verità, la televisione dice quello che vuole tranne la vera situazione che il popolo sta vivendo. Una catastrofe occulta che scoppierà molto presto e le conseguenze saranno molto pericolose. La nostra Nazione è in ginocchio ma nessuno ha la voglia di fare un cambio radicale verso le vere conquiste sociali per riqualificare un grande popolo quale l’italiano !!

  2. Purtroppo a furia di aiutare gli extracomunitari che arrivano in ogni momento della giornata. . La NOSTRA gente si riduce così!!! Per noi non ci sono mai soldi!!!

  3. ma prima di telefonarte a bocedi si è rivolta ai servizi sociali del comune? se non lo ha fatto come fanno a sapere della sua indigenza

  4. la signora si era rivolta al comune dalle persone preposte ,ma si era sentita dire la solita frase: “le faremo sapere ..questo oltre due mesi fa . Per tanto se volete inviare la vostra solidarietà ed il vostro affetto :la signora Andreina ne sarebbe lieta .inviatemi sulla mia pagina di facebook i vostri messaggi , e sarà mia premura girarli a lei , se invece la volete aiutare chiamatemi al 348-7960563 e vi metterò in contatto direttamente dandovi il suo numero di telefono ..grazie a tutti anche per i numerosissimi messaggi di solidarieta’ diretti alla signora e che oggi le ho inviato . Paolo Bocedi

Comments are closed.