SARONNO – Tutto esaurito lunedì sera al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli per la presentazione della mostra, da poco aperta a Palazzo Reale a Milano, “Bernardino Luini e i suoi figli” che vede fortemente coinvolta Saronno. Alle 21 a raccontare il successo degli eventi bastava guardare i parcheggi della zona: nemmeno uno stallo libero in piazza Santuario, nell’area di sosta davanti al Castelli, alla biblioteca e moltissime auto anche nel posteggio del supermercato di via Primo Maggio. Effettivamente all’interno del Santuario tutti i posti a sedere erano occupati e non mancavano le persone strette sulle panche per garantire ai vicini la possibilità di vedere le slide proiettate al centro della chiesa da curatori della mostra, Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, che hanno proposto agli oltre 300 presenti un vero viaggio nella vita dell’artista considerato il “Raffaello lombardo”. 

Tante le curiosità sull’uomo e la particolarità sulle opere sono emerse nel corso della serata a cui hanno partecipato il sindaco Luciano Porro, il prevosto don Armando Cattaneo, il presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi e l’assessore alla Comunicazione Giuseppe Nigro.

“E’ stata davvero un’occasione unica – ha commento il primo cittadino – i curatori hanno saputo davvero conquistare tutti i presenti e far vivere le opere di quest’artista. E’ stata anche un’opportunità per capire il valore, davvero inestimabile, del nostro Santuario uno scrigno che custodisce tesori artistici che meritano di essere conosciuti meglio dai saronnesi e più in generale dagli amanti dell’arte”.

Ecco alcune immagini delle serate firmate dal fotografo Edio Bison