BorghiSARONNO – “Con immenso rammarico dobbiamo constatare che solo dopo un accadimento sanguinoso e criminale come quello accaduto nei pressi della stazione ferroviaria di Saronno, nel quale è stata minacciata l’incolumità dei cittadini saronnesi e dei loro figli, sindaco Luciano Porro è stato costretto ad ammettere che a Saronno esiste un problema legato alla sicurezza fisica dei cittadini”.

Inizia così la nota del segretario cittadino della Lega Nord Davide Borghi.

“È assurdo sostenere, come hanno fatto i partiti di maggioranza del centro sinistra, che chiunque abbia contestato il loro operato in materia di sicurezza sia un fautore di sciacallaggio.

La Lega Nord, coerentemente con le sue idee espresse in consiglio comunale e nelle piazze della città ha criticato l’inoperativitá della Giunta sin dai primi mesi del suo insediamento. È stata la Lega Nord a portare la polizia ferroviaria a Saronno.

In seguito ci siamo adoperati in difesa dei cittadini residenti in piazza Saragat denunciando lo stato di degrado dell’area con gazebo volantinaggi e interrogazioni. L’assessore Giuseppe Nigro pochi giorni dopo l’iniziativa leghista dichiarò che non c’era alcun problema sicurezza in piazza Saragat.
Poche settimane dopo la situazione di degrado si é accentuata ed i cittadini sono stati costretti ad assistere a battaglie tra venditori ambulanti per il controllo della zona.
In questa piazza l’ amministrazione ha pensato solo a mettere posteggi a pagamento per gli utenti dell’ospedale senza preoccuparsi della sicurezza di dipendenti e cittadini che orbitano in quella zona.

I partiti di maggioranza del centro sinistra ci accusano di sciacallaggio ma si dimenticano delle iniziative che abbiamo svolto nel corso degli anni a sostegno degli abitanti della zona ex- Molino Canti – stazione- Bascapè – viale Santuario. Anche in tutte quelle occasioni abbiamo denunciato lo stato di degrado e insicurezza in cui versava e versa tutt’ora la zona.
In tutta risposta abbiamo ottenuto la medesima risposta falsa e menzioniera da parte dei partiti di maggioranza del centro sinistra.

L’assessore socialista Giuseppe Nigro a mezzo stampa (era l’ottobre 2011) sosteneva di aver risolto la situazione di degrado della zona ex Molino Canti grazie a degli incontri con la cittadinanza. Peccato che permangano ancora le stesse questioni sulla sicurezza che attanagliavano il quartiere.

A queste iniziative della Lega Nord si sommano le ormai innumerevoli interrogazioni e mozioni avanzate dai consiglieri comunali.

Invitiamo i partiti di maggioranza del centro sinistra a non generalizzare ed ad evitare di insinuare epiteti indistinti a tutte le forze politiche che hanno contestato la loro inattivitá in ambito sicurezza.

Sono stati i partiti di maggioranza di centro sinistra a togliere i manganelli agli agenti di Polizia Locale. Sono stati loro a sottovalutare le implicazioni di una immigrazione selvaggia ed ora non ci si può limitare ad invocare tavoli con il prefetto.

12052014

3 Commenti

  1. Sono molto contento nell’apprendere che Davide Borghi sia diventato segretario della Lega Nord.
    Forse già da tempo, ma scusatemi, non seguo molto la politica saronnese.
    Anche se tardive, esprimo le mie più vive congratulazioni a Davide, unitamente agli auguri di un buon lavoro.

    Già dal relativo articolo ho ulteriore prova delle capacità di Davide, che senza dubbio porterà un contributo costruttivo e intelligente a Saronno, per tutta Saronno, non solamente per il patito della Lega.

    Noto poi che “Borghi” è un cognome ormai di prestigio nell’universo Lega Nord e con ciò mi riferisco all’altro Borghi – Claudio – che è un apprezzato e molto ben preparato economista, docente in Cattolica, che gli amici della Lega, con tempestivo acume, hanno candidato alle Europee.

    In bocca al lupo!

    Carlo A. mazzola

Comments are closed.