SARONNO – Se pur entusiasti della riuscita dell’evento sono molti i partecipanti e i visitatori della Festa delle associazioni e della rievocazione storica “Saronno e Challans una volta” che hanno “storto il naso” per un problema di decoro urbano che si è verificato nel corso del pomeriggio.

Dalle 11,30 alle 12,30 con gli oltre 160 figuranti hanno sfilato anche diverse carrozze trainate dai cavalli che hanno lasciato diversi ricordini lungo tutto il percorso che sono rimasti lì , dal corso Italia a piazza De Gasperi, per tutto il pomeriggio. “Sono rimasta sconcertata – spiega una saronnese – quando nel pomeriggio ho visto i bimbi giocare a calcio evitando gli escrementi di cavallo ed anche i passanti erano costretti a fare lo slalom. In molti non sono riusciti ad evitare tutto lo sporco finendo per spargerlo ancora di più”.

A segnalare il problema all’Amministrazione è stato Giacomo Palumbo: “Se è naturale che gli animali sporchino – spiega il saronnese – è altrettanto ovvio che debba essere  predisposto un servizio immediato di pulizia. In occasione della sagra di Sant’Antonio ad esempio la pulizia viene svolta da una persona in costume, ricalcando una figura storica. Può capitare una dimenticanza ma si dovrebbe essere in grado di agire tempestivamente. Ho segnalato ripetutamente il problema a diversi rappresentanti dell’Amministrazione ma gli escrementi in corso Italia sono stati puliti da un commerciante mentre piazza De Gasperi sono rimasti lì fino a sera”.

Chiaro il senso della segnalazione di Palumbo: “Credo che in una manifestazione così elaborata e ben riuscita si sia mancato un può di flessibilità ed impegno per affrontare un aspetto di decoro urbano importante. Tutti quegli escrementi sparsi per il centro sotto il sole hanno dato una pessima immagine della città ai saronnesi, a chi è arrivato per assistere alla sfilata e per conoscere le associazioni saronnesi e anche con i gemelli francesi”.

12052014

9 Commenti

  1. “segnalato ripetutamente il problema a diversi rappresentanti dell’Amministrazione”

    nella giunta la delega ‘complicazione affari semplici’ a chi spetta?

  2. Anziché restare sconcertati bastava una paletta e una scopetta e il problema era risolto, come ha fatto qualcuno con impegno. Tra l’altro se qualcuno ha orto o fiori, poteva convertire facilmente il materiale organico in ricchi ortaggi e splendide fioriture. Chi doveva farlo gli organizzatori, l’amministrazione? Possibile che bisogna sempre fare polemica per ogni cosa? Sinceramente preferisco di gran lunga questo materiale organico a bottiglie di vetro e pacchetti di sigaretta.

  3. ma di cosa vi meravigliate? vista la sporcizia delle strade cosa volete che sia qualche ricordino di cavallo? che poi é roba naturale

  4. Ma l’assessore Barin, con delega all’Igiene urbana, non si è posto il problema oppure ha verificato solamente che i cavalli non andassero a più di 30 km/ora?

  5. c’era in atto la sperimentazione se i cavalli fossero stati in grado di farne 30Kg/h

  6. e che sarebbe sta risposta “stai scrivendo commenti troppo in fretta, rallenta” ? E se uno ha studiato alla ragioneria dattilografia?
    ..forse ho capito.. la tara è stata fatta sui giovanotti che solitamente commentano qui.. 🙂

    • …quindi? Tutto qui il tuo intervento? Se alludevi a me: si ho studiato ragioneria, stenodattilografia e sono anche perito commerciale, quindi conosco il significato della “tara”! Ciò dovrebbe farti capire che molto “giovanotto” non sono, ma non mi piace comunque essere preso in giro … sebbene abbia i capelli bianchi! …ciao 🙂

Comments are closed.