12102013 comitato antifascista saronnese flashmob lampedusa (9)SARONNO – Parte con un lungo excursus sulle ultime prese di posizione ed iniziative in merito al tema della sicurezza e dell’ordine pubblico la nota inviata nella giornata di ieri dal Comitato antifascista saronnesi.
“Un drappello di militanti di Forza Nuova, reclutato alla bisogna per dar manforte alla campagna elettorale del signor Silighini (Forza Italia) per le prossime amministrative, ha sfilato mercoledì sera intorno alla stazione, dove domenica si è verificata una rissa con accoltellamento tra cittadini stranieri.
L’Amministrazione Comunale, pur prendendo le distanze dall’ennesima presenza di Forza Nuova in città, ha ribadito la necessità di maggior controllo delle forze dell’ordine in quanto saremmo di fronte a una contesa per il territorio tra bande di narcotrafficanti.
Che le forze dell’ordine si applichino con particolare efficacia più che sulla delinquenza “ordinaria” sui movimenti sociali di protesta, l’abbiamo più volte sperimentato di persona e tutti i cittadini di Saronno hanno potuto vedere il dispiegamento di forze messo in atto per le annunciate proteste (con “pericolosi” fischietti e striscioni) del 25 aprile. Forze dell’ordine che non ammettono le proprie responsabilità, anzi. Il Questore di Varese Messina ha definito “eccellente” l’operato dei propri uomini (che hanno manganellato a freddo una ragazza inerme) e la Polizia di Stato ha denunciato ben 27 persone partecipanti al corteo.
Quindi quali provvedimenti pensano di prendere per la “spartizione del territorio” saronnese da parte del narcotraffico? Non ci è dato a sapere.
Intanto assistiamo alla solita vergognosa equazione delle destre: delinquente=straniero per cui ci tocca leggere sullo striscione della parata “la tolleranza genera delinquenza”. A questi fanno seguito i militanti di Campo Base che nella notte successi hanno affisso sul ponte di Via Diaz lo striscione “Omicidi, spaccio, prostituzione, la vostra integrazione”.

Forte la condanna degli antifascisti che parlano di una strumentalizzazione politica dell’immigrazione: “Cavalcare l’onda razzista connessa a quella sicuritaria è cosa purtroppo usuale per le destre (non dimentichiamo le illegali “ronde padane” che si aggiravano a metà anni ’90 sul nostro territorio) ma vogliamo ribadire la nostra più ferma denuncia di questa strumentalizzazione politica di un fenomeno sociale come l’immigrazione per lavoro, guerre e mancanza di futuro nel proprio Paese.
E’ proprio a causa dell’impossibilità di regolarizzarsi e integrarsi che le persone delinquono e questo è anche evidente dai dati ufficiali del Ministero dell’Interno, Prefetture e Questure di tutta Italia: gli immigrati stranieri non commettono più reati degli italiani, salvo che affollano le nostre carceri proprio per non avere commesso alcun reato, a causa di leggi che assimilano la “clandestinità” (forzata, non certo voluta dagli stranieri) a reato, cosa per cui l’Italia è stata già più volte denunciata dalla Corte Europea.
E’ altrettanto evidente dai dati ufficiali che il disagio economico e sociale genera diffusione di criminalità e facile bacino di manovalanza per le organizzazioni criminali organizzate, che sfruttano queste persone e contro cui sono necessari interventi ben più ad alto livello da parte delle forze dell’ordine”

Non solo critiche e denunce il comitato propone anche una propria soluzione al problema:”Una città più viva e partecipata dai propri cittadini (come proposto da alcuni gruppi di giovani a Saronno) e con maggiori speranze di futuro è sicuramente il più forte “antidoto” al dilagare della piccola delinquenza, che resta ed è un problema per i cittadini ma che purtroppo non è con le “scorciatoie” sicuritarie e razziste che – come vediamo da anni di inutili provvedimenti restrittivi dei governi di destra e leghisti – viene risolta”.

14052014

17 Commenti

  1. “E’ proprio a causa dell’impossibilità di regolarizzarsi e integrarsi che le persone delinquono “….concordo al 100%…..peccato che però manchi la premessa e cioè che nell’Italia di oggi non c’è possibilità di integrazione non essendoci lavoro nemmeno per gli indigeni (fanno anora tanto sorridere le battute “servono stranieri per fare i lavori che gli italiani non vogliono fare”). Quindi se a questi poveracci non possiamo garantire un futuro e li “costringiamo” a delinquere forse è il caso di dire con forza stop all’immigrazione, legale od illegale che sia….

    • STOP! …all’immigrazione legale ed illegale. La predica viene da Sinistra Nazionale?!?! …non ci posso credere che FINALMENTE si sono fatti convinti!!! …concordo sullo STOP! ma mi si risponda adesso:: a tutti quelli cui “avete” promesso un futuro garantito, adesso che dite? …li rimandate a casa? …sospendete “mare LORO!”? …dite… dite…, sono un attento uditore e mi aspetto fatti, concreti, a partire da Saronno!

      • sarà anche un attento uditore ma temo molto poco conoscitore di movimenti politici. Saluti e si documenti…..non si finisce mai di imparare!!!

        • ahh ahha ahhh ! … http://it.wikipedia.org/wiki/Risata
          IO sono un buon conoscitore di movimenti politici, oltre che attento uditore! …quindi? Spiegatevi meglio, dal vostro comunicato (che tutto appare solo come “campagna Elettorale”) cosa il cittadino comune, non conoscitore e poco attento uditore ..dovrebbe trarre?
          Per chi non ha capito (o non vuol capire), Totò disse: ma fatemi il piacere!

          • lasciamo stare va che è meglio….errare è umano…perseverare e diabolico 🙂

    • ..NO, mi dispiace, m io non lascio più stare! …credo sia ora di scendere in campo, ..o salire il politica , ..o mettermi a disposizione per cambiare quello che la deriva di questa amministrazione ha lasciato a Saronno! … in Italia! Si chiama celarsi dietro la demagogia legata a termini ormai desueti, quali per esempio “razzismo” …”sicurezza” …”anti…” tutto! …estratto “essenziale” di demagogia che mi sento oggi di combattere e voler “cancellare” come termine desueto dal lessico.
      Basta! …questo chiede il popolo, i cittadini, la gente comune: sono esasperati …li avete esasperati con il vostro troppo “demagogico” “buonismo” fatto di “va tutto bene”, “tranquilli”, “tutto a posto”, “accogliamo”, “mare loro!”, “permettiamo tutto” “facciamo okkupare” “son ragazzi” “abbassiamo i toni” “non compete a noi”: ho fatto la raccolta di tutti questi buonistici proclami che chiamate tolleranza. Il limite però credo proprio sia stato raggiunto: Non accetto il lasciamo stare, quando non avete più termini a cui ricorrere! L’errare non è CERTO mio, il perseverare è sicuramente il vostro!

  2. L realtà è che siamo esasperati, ci sentiamo ostaggi a casa nostra e siamo diventati suscettibili a chiunque ci proponga una soluzione al problema seppur sprigativa

  3. Ringrazio il Dott. Messina e attraverso lui tutte le Forze dell’Ordine per come stanno operando per garantire legalità e sicurezza .

  4. Fare ideologia e demagogia sul problema della sicurezza non è evidentemente proprio solo dei partiti di estrema destra ma anche di certa sinistra… come di chiunque si contenda il governo della città… Alla faccia dei saronnesi.
    Qui, ciò che è peggio, viene fatta coinvolgendo l’ “antifascismo” in questa “demagogia” e tutte le giuste riserve che ogni democratico ha sempre espresso verso le politiche d discriminazione e intolleranza, ancora prima che contro la presenza dei neofascisti in città.
    Non ha alcun senso, logico prima che politico polemizzare contro l’amministrazione perchè richiede un maggior controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine.
    La guerra per bande c’è… E dire questo non è nè di destra nè forcaiolo.
    Chi abita in zona stazione, come me, sa che prima dell’accoltellamento, diverse volte i singoli cittadini hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, per risse e schiamazzi, senza parlare dello spaccio che avviene in due precisi punti della città a cielo aperto…
    Il problema non è quale sia la nazionalità degli autori di questi “comportamenti”, lasciamo volentieri alla lega & c. queste ottusità, ma se questi comportamenti sono tollerabili o meno nella convivenza civile ?
    Se noi “perchè di sinistra non dobbiamo pensare che vengano repressi!”
    Riportare poi la polemica su ciò che è accaduto il 25 Aprile in piazza non solo è pretestuoso ma sottende un’idea “arcaica” del ruolo e della funzione delle forze di polizia in una società democratica…
    A queste si deve chiedere, con fermezza, rigore ed esercizio delle garanzie verso ogni singolo cittadino ma non lo si può fare se pegiudizialmente si considerano come “forze della repressione”, se non peggio.
    Se è vero che la storia del nostro paese, anche la più recente ha denunciato una cultura “poliziesca” tutt’altro che garante dei diritti del singolo, come delle minoranze, questo atteggiamento culturale porta ad un corto circuito che non fa vedere come tre questioni rimangono oggi essenziali :
    legalità, democrazia, che comprende il controllo democratico degli apparati dello stato, controllo del “territorio” da parte dello stato.
    La criminalità, organizzata o micro che sia, non è mai democratica.
    Priva ogni singolo cittadino di un pezzo della propria libertà.

    Condivido il richiamo alla necessità di diverse politiche di integrazione come alle partecipazione e socialità ma non si può rimandare il problema della sicurezza solo a questo. C’è una sua specificità che è il caso da affrontare.

    Ovviamente il comitato non parla di sicurezza… E anche il riferimento alla pretestuosa fiaccolata di Silighini, più dieci neofascisti, rimane solo un incipit.

    Preferisce farne, un elemento di polemica e di “rivalsa” su fatti precedenti, senza poi dire perchè e come mai il 25 Aprile la polizia si è presentata in assetto antisommossa, scelta comunque discutibile, al corteo per la festa della liberazione.
    Come e chi ha trasformato quel 25 Aprile in un giorno tristissimo per la nostra città.

    • attendevo da molto tempo l’esponente di SEL nel dimostrarsi “capace” di esprimere fino in fondo tutti i suoi potenziali in campo demagogico …e finalmente è arrivata la “sua” esternazione.
      Saronnesi, meditate! ….aprite gli occhi e ricordatevi chi votare! 🙂

      • scusa saronnese (e banfi) ma dove sta la demagogia qui? mi pare un intervento assennato (SEL) e saggio. Finalmente qualcuno che si smarca da certa sinistra radicale e ideologizzatissima.

        • …credo che anche tu non abbia compreso il vero significato!
          Riporto la risposta si S.N. ” Saluti e si documenti…..non si finisce mai di imparare!!!” …perseverare è diabolico! 🙂 …vai avanti a votarli allora…

  5. Buonasera, premetto che anch’io nel mio piccolo potrei scrivere un commento un po’ più sostanzioso e forbito, ma invece voglio essere pragmatico ponendo una domanda: L’Italia e gli italiani, allo stato attuale delle cose, possono offrire un presente e un futuro dignitoso alla marea di clandestini che si riversano nelle nostre coste? L’Italia è in grado di dare un posto di lavoro e quindi una fonte di sostentamento a queste persone?
    Per favore se intendiamo darci una risposta lasciamo da parte il finto buonismo e siamo realisti.
    Io la risposta me la sono data e ritengo che demagogia è pensare che possiamo offrire un futuro a qualcuno quando non riusciamo a garantirlo ai ns. figli e ai ns. giovani!
    Ci tengo a precisare che quanto sopra non vale per quanti scappano dalle guerre e ai perseguitati politici, a cui va dato, sè ne hanno diritto, supporto pieno.
    Dino

    • Io la risposta me la sono data e ritengo che demagogia è pensare che possiamo offrire un futuro a qualcuno quando non riusciamo a garantirlo ai ns. figli e ai ns. giovani!
      QUOTO!… più chiaro di così!!!!

  6. ma quale deriva razzista e securitaria! ma avete gli occhi per analizzare e leggere la realtà o no??

    • …nemmeno con gli occhiali, figuriamoci con le lenti a contatto: chi non vuol vedere ..non vede a prescindere!

Comments are closed.