MILANO – Quanto sofferenza, ma alla fine la Pallavolo Saronno è riuscita a spuntarla: l’esilio milanese per Gara 1 di finale playoff, contro la Zephyr Trading La Spezia, è andata in scena sabato pomeriggio al Centro Pavesi, circa duecento i fedelissimi che hanno seguito la squadra dalla città degli amaretti per questa inattesa trasferta. Incontro sulla carta casalingo per i saronnesi ma disputato a Milano per l’indisponibilità del comunale PalaDozio.

Match durato oltre due ore e mezza, dalle 15.30 in avanti per una no-stop di volley che ha tenuto a lungo i supporter del Saronno con il fiato sospeso. Partita all’apparenza facilmente controllata dai saronnesi che, pur punto a punto, vincono il primo set e, con maggiore facilità, incassano il successo anche nel secondo. Insomma, vittoria ormai annunciata? Tutti d’accordo meno lo Zephyr, formazione di veterani anche delle serie maggiori: i liguri ci mettono tutta la loro esperienza, fra i saronnesi viene fuori un po’ di stanchezza dopo la lunga sfida di semifinale con Massa. Gara 1 torna dunque in bilico, La Spezia si impone nel terzo set ed ancora più facilmente nel quarto. Ma nella corsa ai quindici punti del decisivo quinto set Saronno non si fa pregare, sbaglia poco e tiene in vita anche palle “impossibili“. Un 3-2 che ora consente ai saronnesi di affrontare la difficilissima trasferta di Aulla, “casa” dello Zephyr, con una maggiore dose di tranquillità. L’eventuale bella il mercoledì successivo a Saronno.

310514

3 Commenti

Comments are closed.